Siamo giunti al termine di un altro anno scolastico e milioni di studenti in tutta Italia si stanno ritrovando alle prese con la tanto temuta maturità, una delle tappe più importanti della vita di uno studente. Questo passaggio alla vita adulta richiede, per chi ha intenzione di continuare gli studi, la prima grande scelta di responsabilità: quale università scegliere?

Il mondo del lavoro sta cambiando con nuove mansioni e nuove prospettive di vita e anche il campo della formazione si sta adeguando ai tempi che corrono molto in fretta. Ma quali sono le università che ad oggi aprono più porte, o quelle che proiettano verso i mestieri più pagati o, purtroppo, meno preparatorie al mondo del lavoro seppur interessanti?

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

Equilibrio di scelta tra laurea di piacere e lauree più richieste nel mondo del lavoro

C’è chi fin da piccolo ha le idee ben chiare su cosa fare da grande e chi brancola nel buio fino all’ultimo minuto della scelta. A tutti è stata posta almeno una volta nella vita la domanda “cosa vuoi diventare da grande?”. Bella domanda complicata ai giorni d’oggi, dato che le nuove facoltà sono molteplici e il mondo del lavoro sempre più complesso. Come può pensare di inserirsi dunque un giovane adulto che vuole trovare la propria indipendenza ed emergere con la sua carriera?

Le possibilità sono molteplici e si può trovare la soluzione in un giusto equilibrio tra ciò che piace e ciò che i dati ci dicono essere i percorsi più redditizi.

Secondo il rapporto 2022 di Alma Laurea sulle lauree più richieste in Italia oggi, prevale che le lauree con maggior tasso di occupazione sono state quelle che riguardano l’informatica e le tecnologie ICT a seguire ingegneria industriale e dell’informazione, architettura e ingegneria civile, successivamente quelle economiche, scientifiche, agrarie e mediche sanitarie. Per finire, in posizione più basse, si rilevano le facoltà che riguardano scienze motorie e sportive, linguistiche e psicologiche.

Mentre dallo stesso ente si evince che, in media, le lauree più pagate sulla base della retribuzione mensile, sono state:

  • Ingegneria, industriale e dell’informazione- 1.893 €
  • Informatica e tecnologie ICT. 1.851 €
  • Economico 1.706 €
  • Architettura e ingegneria civile 1.680 €
  • Scientifico 1.625 €
  • Politico-sociale e comunicazione 1.564 €
  • Agrario-forestale 1.534 €
  • Medico-sanitario 1.489 €
  • Linguistico 1.449 €
  • Arte e design 1.409 €
  • Scienze motorie e sportive 1.407 €
  • Letterario-umanistico 1.399 €
  • Psicologico 1.331 €
  • Educazione e formazione 1.306 €

Una laurea in base ad ogni esigenze: l’aumento delle università telematiche

Sono 11 le università telematiche riconosciute dal MIUR  in Italia al quale è stata riconosciuta un’impennata non da poco soprattutto nell’era post covid. Il metodo e-learning sembra aver avuto un’impennata importante grazie alle scelte di chi ha valutato questa come la migliore delle soluzioni negli ultimi anni. I vantaggi? Sono molteplici. Al di là del costo non proprio basso ci sono comunque diverse agevolazioni e borse di studio messe a disposizione. Inoltre vengono abbattute tutte quelle spese di trasporti, trasferimenti, materiali scolastici e soprattutto perdite di tempo.

Queste garantiscono ad ogni studente un proprio portale nel quale vengono non solo erogate tutte le lezioni da poter consultare in qualsiasi momento, ma anche materiali di studio come slide, libri consigliati, link di approfondimento ecc. Con un metodo di messaggistica e di supporto molto veloce tra insegnanti, tutor e polo didattico. Organizzazione che dà un gran vantaggio sulle lunghe ore di attesa nelle segreterie dei vari poli.

Le facoltà online hanno inoltre una vasta gamma di scelta per quanto riguarda i percorsi sulle nuove professioni e si stanno ampliando sempre di più rispecchiando le esigenze di formazione per i lavoratori di domani.

lauree più richieste.pixabay.

lauree più richieste.pixabay.

Qualsiasi sia la strada da intraprendere per il proprio futuro una cosa è certa: al di là delle scelte ponderate con metodo e raziocinio nulla rimane più azzeccato che seguire con determinazione e perseveranza i propri talenti. Se si è alienati da un sogno di diventare qualcuno è giusto fare di tutto per realizzarlo credendo innanzitutto nella formazione. Come diceva Seneca “la fortuna non esiste, ma esiste solo il momento in cui il talento incontra l’opportunità”. Quindi con la giusta istruzione e l’abilità che contraddistingue ognuno di noi ogni strada può essere perseguibile e portarci al successo.

Condividi su:
Avatar photo

Laura Corona

Aspirante giornalista laureata in Lettere. Scrivo di Cultura e Lifestyle collaborando con BuoneNotizie.it, grazie al laboratorio di giornalismo per diventare giornalista pubblicista

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici