Il quiet luxury è la macro-tendenza di stampo minimalista che veste italiano: Loro Piana, Brunello Cucinelli, Ermenegildo Zegna, Bottega Veneta sono alcuni dei marchi più quotati del momento, dopo essere stati ospiti fissi nella serie tv cult HBO Succession. Uno stile che premia la raffinatezza senza tempo dei tessuti pregiati e il design sartoriale italiano.

Cos’è il quiet luxury?

Dopo quasi un decennio di musica hip-hop e street culture con loghi in vista e scritte a caratteri cubitali, il mondo della moda si sta spogliando delle etichette “sfacciate” per scegliere un “lusso quieto”, riservato. Questo nuovo trend di matrice minimalista è in ferrea contrapposizione allo sportswear a cui ci eravamo abituati negli ultimi anni. Una controtendenza pacata, denominata quiet luxury o stealth wealth. Parole diverse per esprimere un modo di vestire sartoriale, di alta qualità, che non vuole spiccare con loghi visibili, ma vuole lasciare il segno per lo stile che rappresenta: tendenzialmente minimale con colori neutri e pezzi evergreen, estremamente sobrio e allo stesso tempo, però, espressione di una sofisticata eleganza dimessa.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

La popolarità del “lusso silenzioso” deriva in parte anche dalla sua rappresentazione in Succession, una serie televisiva sulla scalata al potere dei rampolli di una delle famiglie più ricche di New York. Il patriarca, Logan Roy (un magnate dei media), è alla ricerca dell’erede prediletto da mettere alla guida dell’azienda di famiglia. Nata nel 2018 e terminata nel 2023, è divenuta una delle serie tv più amate degli ultimi anni – un vero e proprio fenomeno dell’intrattenimento americano. Amata e seguita non solo per la trama avvincente, ma anche per lo stile dei protagonisti dello show: sobrio e sottotono, eppure curato ed elitario allo stesso tempo.

Il design italiano in tendenza

Protagonisti della tendenza quiet luxury sono molti marchi del Made in Italy (di cui è appena stata istituita la giornata nazionale), importanti e rinomate griffe storiche della moda italiana. Queste case di moda si distinguono dagli altri nomi del settore perché propongono prodotti lontani anni luce dalle effimere tendenze di massa (aventi, spesso, vita solo per una stagione). Al centro del successo di questi marchi iconici ci sono materiali pregiati come il cashmere (di cui sono esperti Brunello Cucinelli e Loro Piana) o lavorazioni particolari della pelle – come l’intrecciato del marchio Bottega Veneta, prodotti di stampo artigianale d’altissima gamma, per i quali l’Italia si è distinta nel mondo – anche senza il bisogno dei loghi.

E poiché la moda rappresenta effettivamente un efficace metodo di comunicazione non verbale, l’obiettivo dei marchi quiet luxury non è quindi comunicare il prezzo sul cartellino (e quindi opulenza e ricchezza), ma semmai sobrietà, eleganza, raffinatezza. Al punto tale che – agli occhi allenati degli intenditori – la voluta non ostentazione finisce per essere inquadrata in una forma di demarcazione di status symbol sociale.

Dall’Italia all’America

Non stupisce che questo trend stia spopolando negli Stati Uniti. In America, infatti, prevale in generale uno stile più informale e comodo. Gli americani per primi sono affascinati dallo stile europeo, che si presenta complessivamente come più strutturato. Una tesi corroborata anche solo se si ricorda che ben tre “capitali della moda” su quattro risiedono nel Vecchio Mondo (Londra, Milano, Parigi – con New York dall’altro lato dell’Oceano Atlantico).

In particolare – facendo riferimento alla moda italiana (oltre 1 miliardo di euro di fatturato) – nel Bel Paese si tende naturalmente verso un’eleganza di fondo. Per entrambi i generi, come documentano le sempre affollatissime settimane della moda sia donna che uomo, divise tra Firenze e Milano. Si tratta di un’eleganza orgogliosamente senza età: come quella delle “sciure”, le signore d’altri tempi della “Milano bene” dallo stile sempre impeccabile, o dei giovani design che in questi giorni si muovono fra il Salone del Mobile o la Biennale di Venezia. Il quiet luxury sarà la tendenza Made in Italy più in voga nei prossimi anni.

Condividi su:
Avatar photo

Virginia Allegra Donnini

Con un background di studi ed esperienze lavorative a cavallo tra economia, marketing e moda scrivo di tendenze, pop culture, lifestyle. Aspirante pubblicista, scrivo per BuoneNotizie.it grazie al laboratorio di giornalismo per diventare giornalista pubblicista.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici