Nello scenario quasi apocalittico che viene delineato quotidianamente dai mass-media, a discapito di lettori e telespettatori destinatari di messaggi a dir poco ansiogeni, possiamo prenderci una pausa pubblicitaria, come si suol dire. La pubblicità in questione mira a diffondere un po' di positività in questo clima a volte dipinto eccessivamente con toni da scenario di guerra.

E’ il caso di uno spot pubblicitario edito nei Paesi Bassi, commissionato dall’azienda farmaceutica DocMorris. Un video che commuove. Protagonista dello spot è un anziano signore che ogni mattina, al suono della sveglia impostata alle 6:30, inizia la sua giornata in maniera inusuale: allenandosi con vecchi pesi trovati nel suo ripostiglio. Abitudine a dir poco eccentrica per un uomo di età avanzata che difatti, diviene oggetto di sguardi incuriositi di vicini spettatori che assistono, giorno dopo giorno, alla caparbietà dell'uomo che solleva lo stesso peso sempre con più facilità grazie ai suoi allenamenti.

Il messaggio nel finale dello spot
E’ il finale dello spot a svelarci il senso della strana abitudine: il vecchio signore svela la sua identità di nonno premuroso e affettuoso durante la Vigilia di Natale, quando il faticoso allenamento si trasforma in un dono magico alla nipotina. Per giorni l’anziano si era esercitato duramente a sollevare pesi solo per regalare un momento speciale alla piccola bambina: prenderla tra le sue braccia, senza sforzo, per farle collocare sulla punta dell’albero di Natale il suo regalo: una stella cometa. La scena suggestiva avviene sotto gli occhi della figlia, madre della nipote, che aveva nei giorni addietro assistito ai faticosi allenamenti del padre, senza una apparente spiegazione.

Occhi lucidi e cuore intenerito dinanzi . . .

Registrati gratis per continuare a leggere questo articolo...

Registrati gratis ora!

L’informazione può essere pericolosa

Per questo al giornalismo della paura, preferiamo quello delle soluzioni.