Per gli appassionati di montagna, ma anche dei paesaggi marini esiste un sentiero che congiunge questi due ambienti così diversi tra loro. Si tratta del Sentiero dei Celti e dei Liguri, un percorso adatto ad ogni preparazione, dal camminatore più esperto al principiante. Ciascuno può scegliere le tappe più adatte in base alla propria esperienza di cammino. 
Lungo il percorso si ammira ogni tipo di scenario che la natura può offrire. In totale sono 12 tappe in un percorso che si estende per 220 km. Il sentiero è caratterizzato dalla varietà del paesaggio: si parte dalla pianura per attraversare la collina, passando per le montagne dell’Appennino fino a giungere al mar Ligure.
Si tratta di un antico sentiero con un importante valore culturale e ambientale, riscoperto grazie alla guida Emanuele Mazzadi. 

Da Milano alla Liguria: il “nuovo” cammino dei Celti e dei Liguri

Inaugurato a fine maggio, il nuovo sentiero dei Celti e dei Liguri è il tratto che collega la Lombardia alla Liguria. La riscoperta del cammino è avvenuta grazie all’idea dell’architetto e guida Emanuele Mazzadi. Nel 2017, Mazzadi aveva manifestato l’interesse per il sentiero dei Celti e dei Liguri, grazie alle numerose richieste da parte dei lombardi che volevano sperimentare un tragitto che potesse consentire di andare a piedi dai monti al mare.

Nel 2018 vengono effettuati i primi test, con le prime escursioni di 3 giorni, partendo dal Monte Penna. Nel 2019, Mazzadi decide di provare l’altra fase del percorso, quella da Milano al Penna. Un viaggio in solitaria con bici e tenda ha portato l’esito ipotizzato e la conseguente approvazione della fattibilità del percorso. 

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

La pandemia ha impedito di mettere in atto i frutti della sperimentazione, così nel 2021, Mazzadi insieme al suo team, ha percorso il sentiero completo, da Milano a Sestri Levante. Gli esperti hanno individuato i punti di appoggio e compreso che è un sentiero percorribile da tutti. In seguito, Mazzadi e i suoi collaboratori hanno lavorato per la creazione di una cartografia e per la ricerca delle strutture ricettive. 

Cammino dei Celti e dei Liguri: un trekking alternativo

Ciascuna delle 12 tappe, da Milano a Pavia, alla val Tidone, alla val Trebbia, dalla val Nure alla val d’Aveto, dal Penna alla val Graveglia, fino alla zona delle Rocche di Sant’Anna, che domina Sestri Levante, da cui si può ammirare la baia del Silenzio. L’intero tragitto prevede di attraversare 5 province: Milano, Pavia, Piacenza, Parma e Genova. 

Dal Duomo, passando per la Darsena si prosegue sul Naviglio Pavese fino a raggiungere Pavia. Dopo aver lasciato Pavia, il percorso costeggia il fiume Ticino attraversandone il Parco, fino ad arrivare alla confluenza con il Po.

Per raggiungere l’Oltrepò Pavese e scoprire i suoi vigneti, si salirà su una piccola imbarcazione. La 4ª tappa porta ad esplorare la Val Tidone, dove cominciano le prime salite per poi ammirare il Monte Penna.

In seguito si passa la Val Trebbia per poi attraversare la Val Nure e la Val d’Aveto rispettivamente 8ª e 9ª tappa, per poi  raggiungere la 10ª tappa, il Monte Penna.

La penultima tappa prevede di camminare nella faggeta del Monte Zatta per ammirare un suggestivo panorama. Da qui si possono vedere le acque del Golfo del Tigullio. L’ 11ª tappa porta alla scoperta della Val Graveglia, ricca di graniti e miniere di manganese.

Dopo aver percorso molti km e visitato luoghi incontaminati, il Sentiero dei Celti e dei Liguri si conclude sul lungomare di Sestri Levante, la 12ª e ultima tappa.

Sentiero dei Celti e dei Liguri: il cammino che unisce Milano al mare

Tipico paesaggio di montagna

Il cammino dei Celti e dei Liguri: dalla pianura al mare

La denominazione “cammino dei Celti” proviene da alcune fonti che attribuiscono la fondazione di Milano ai Celti Insubri secondo cui avrebbero disegnato un cerchio magico a nord della zona del Duomo. Ed è proprio il simbolo di Milano a rappresentare la 1ª tappa del viaggio. Proseguendo in direzione sud, si attraversa la pianura e il Po. Poi il sentiero prevede di dirigersi verso il Penna, cima dedicata dalle tribù liguri al dio Pen. Dalla divinità sembra derivare il nome stesso dell’Appennino. 

In seguito, si potrà scegliere se affrontare l’intero percorso da Milano a Sestri Levante in un unico viaggio della durata di 10 giorni, o procedere una tappa alla volta con un’escursione giornaliera. Oppure unire 2 o 3 tratti per un weekend di trekking nella natura.

Da Milano alla Val Trebbia, nel piacentino, alla conquista del Penna in Val d’Aveto, fino al Golfo del Tigullio e la discesa al mare: il cammino che unisce la montagna al mare offre l’opportunità di ammirare i paesaggi più vari. Dalla pianura alla collina, dalla montagna al mare attraversando il Po e passando per la via Francigena. I luoghi che si incontrano, non sono solo ricchi di bellezza naturale, ma hanno anche un’importanza storica che occorre valorizzare e salvaguardare. Grazie alla riscoperta di cammini come questi, alcuni territori italiani che spesso vengono dimenticati o trascurati, tornano a riemergere. 

Condividi su:
Avatar photo

Elisabetta Majocchi

Elisabetta Majocchi, laureata in Informazione ed Editoria ho collaborato con testate scrivendo di cultura, costume e società. Appassionata di attualità, politica e sostenibilità, oggi scrivo per BuoneNotizie.it grazie al Laboratorio di giornalismo per diventare giornalista pubblicista.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici