Il latte materno, in generale rappresenta l’alimento più completo e nello stesso tempo economico, per i neonati. Qualora si scegliesse la nutrizione con latte artificiale è bene ricordare che nonostante questo fornisca energia, idratazione e sostanze nutritive, non è in grado di eguagliare i benefici per la salute offerti dal latte materno. In particolar modo il colostro, prodotto dalla donna nel post-partum e assunto dal neonato, contiene tutte le sostanze essenziali per la crescita.

Il latte materno è ricco di anticorpi e vitamine ed è in grado di tutelare la salute futura del neonato, difendendolo da infezioni, allergie, malattie infettive e anemia. Quindi, nutrire i neonati al seno rappresenta una strategia di prevenzione che porta benefici alla salute a lungo termine e non solo: anche la mamma ha notevoli vantaggi e può salvaguardarsi da malattie importanti come il cancro alla mammella oppure all’ovaio.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

Latte materno: tutti i possibili vantaggi

Allattare è sicuramente una pratica che richiede molto impegno per le neo mamme, ma nello stesso tempo può dare grandi soddisfazioni. È opportuno allattare al seno a partire già dalle prime ore dopo la nascita, fino ai due anni o anche oltre, integrando, ovviamente, l’alimentazione con altri cibi. Molto spesso, quando si parla dei benefici dell’allattamento al seno, si fa riferimento al nascituro, senza considerare quelli per la mamma.

Infatti, la pratica dell’allattamento riduce il rischio di sanguinamento post-partum e agevola l’utero a rientrare nelle dimensioni naturali. Inoltre, riduce il rischio di diabete, facilita il ritorno al peso forma della mamma e riduce il rischio del tumore al seno e alle ovaie, gli organi più influenzati dagli equilibri ormonali.

Durante la gravidanza, la mammella può subire delle trasformazioni e grazie all’allattamento, la ghiandola mammaria completa la sua maturazione diventando più resistente e di conseguenza, può allontanare il rischio del carcinoma mammario. Inoltre, l’allattamento blocca la produzione degli ormoni ovarici: anche questo può contribuire a tenere lontano il tumore. Infine, va ricordato e non sottovalutato che l’allattamento al seno è la prima forma di comunicazione tra mamma e neonato.

Latte materno aiuta a comunicare l’alternanza notte-giorno

Il latte materno, oltre, a tutti i benefici elencati precedentemente, permette anche una continua comunicazione tra madre e figlio, trasferendo anche informazioni come l‘alternanza tra notte e giorno. A spiegarlo è la Società Italiana di Neonatologia, in occasione della Settimana Mondiale per l’Allattamento Materno, il feto, mentre vive nell’utero materno è influenzato dai ritmi circadiani, fisiologici, metabolici, appartenenti alla madre.

Nel momento della nascita questa comunicazione viene interrotta, e qui che entra in gioco il latte materno che  rappresenta il mezzo per continuare a comunicare al neonato informazioni, come l’alternarsi del giorno e della notte. Il colostro, prodotto nelle prime ore del mattino è ricco di cortisolo e aminoacidi stimolano uno stato di veglia nel neonato. Il latte, generato nelle ore notturne possiede un alta concentrazioni di melatonina e triptofano, un amminoacido chiave della proteina, che favoriscono il sonno.

Leggi anche:

Cordone ombelicale. La donazione è un gesto semplice e importante

Tumore al seno: prevenire con lo screening salva la vit

Salute mentale e malati oncologici: l’importanza della psiconcologia e del linguaggio

 

Condividi su:
Avatar photo

Mina Del Nunzio

Mina Del Nunzio, laureata in scienze della comunicazione e dell'informazione con master in copywriting. Lavoro come blogger e copywriter aziendale. Collaboro con buonenotizie.it e partecipo al laboratorio di giornalismo per diventare pubblicista.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici