L’Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari ha stanziato un bonus per contribuire alle spese sanitarie degli studenti, bisognosi di supporto psicologico. Anche Fedez è sceso in campo, a sostegno del contributo economico. Che impatto ha sulla società questa misura?

Sostegno psicologico: il bonus del Governo

Il bonus psicologo nasce per rispondere all’esigenza di offrire, ad una platea più ampia possibile, un supporto psicologico adeguato a quanti sono stati destabilizzati dalla pandemia da Covid-19. Migliaia di persone hanno avuto conseguenze negative a livello di salute mentale: dai malati,  a chi ha sofferto di sindrome post-Covid, a chi ha risentito dell’isolamento obbligatorio, prescritto a livello mondiale per prevenire il contagio.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

Il bonus psicologo è stato introdotto dal governo Draghi nel 2021, all’interno del cosiddetto decreto Milleproroghe. La misura prevedeva, per l’anno 2022, l’elargizione di un contributo di seicento euro, a fondo perduto, per spese relative a prestazioni di psicoterapia. Requisito economico essenziale, all’ottenimento della misura per il sostegno psicologico, era rientrare in una soglia Isee al di sotto di 50mila euro.

Quanti benefici ha portato il bonus psicologo?

Il totale dei fondi stanziati, per l’anno 2022, è stato di dieci milioni di euro, stanziati tramite il decreto Milleproroghe.
Le richieste per il bonus psicologo sono state gestite dal portale dell’INPS. Secondo fonti dell’Istituto, sono state circa 395mila.
Solo il 10,5% di queste richieste ha beneficiato del finanziamento, cioè circa 41.600.
Il 70% delle richieste ha avuto come beneficiario una donna.
Il 47% dei beneficiari lavora nel settore privato.
Oltre il 60% delle richieste proveniva da giovani al di sotto dei 35 anni.

L’iniziativa del bonus psicologo ha contributo a rimarcare l’importanza di un sostegno psicologico in momenti di difficoltà personale.
Da un’indagine, condotta dalla fondazione Solterre a giugno 2022, è emerso che il 12% degli Italiani percepisce la propria salute mentale come pessima.
Il 93% di coloro i quali si sono sottoposti a sedute di psicoterapia sostiene che la propria salute mentale sia migliorata.

Università di Bari e Fedez, chi supporta i giovani

Il bonus psicologo è stato confermato anche per gli anni 2023 e 2024, con uno stanziamento per anno di cinque e otto milioni di euro, rispettivamente. I requisiti per l’ottenimento restano invariati. A beneficiarne, attualmente, sono ancora gli idonei dell’anno 2022. L’INPS sta procedendo a erogare il contributo per scorrimento di graduatoria.

La necessità di offrire supporto ai più giovani ha spinto di recente Fedez a lanciare una petizione su internet per sbloccare l’erogazione dei fondi per le coperture bonus relative all’anno 2023. All’appello dell’artista (che ha raggiunto, in poche ore, le 300mila adesioni) era seguita una prima risposta del portavoce del Ministro della Salute, Orazio Schillaci. La risposta non ha soddisfatto il cantante, il quale confidava in un incontro pubblico e nell’assicurazione, da parte del Ministro, della disponibilità a finanziare il bonus. In un momento successivo, Fedez avrebbe poi ricevuto la conferma che i fondi e le procedure saranno sbloccate a partire da giovedì 23 novembre.

L’Università di Bari, nel frattempo, ha varato una misura, equivalente al bonus psicologo, destinata agli studenti di qualsiasi corso di studi, con Isee inferiore a 50 mila euro. Il bonus psicologo di UniBa ammonta a 300 euro, da destinare alla copertura di spese già sostenute o in corso di gestione per aiuto psicologico. L’ateneo barese intende, in questo modo, rispondere all’aumento di richieste di supporto ricevute dalla sua unità di counseling. Molti sono gli studenti affetti da ansia o da preoccupazioni che non consentono loro di affrontare con serenità il percorso di studi.

Leggi anche: La salute mentale è una priorità: arriva lo psicologo di base

Condividi su:
avatar donatella bruni

Donatella Bruni

Mi occupo di economia, lavoro e società, con uno sguardo alle dinamiche del lavoro, ai consumi e ai cambiamenti del mondo che ci circonda (fisico e digitale). Aspirante pubblicista, scrivo per BuoneNotizie.it grazie al laboratorio di giornalismo per diventare giornalista pubblicista.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici