Il Comune di Parigi ha deciso di fornire gratuitamente ai propri cittadini un kit di strumenti per misurare e monitorare i consumi domestici di energia elettrica e acqua. Scopo dell’iniziativa è spingere i parigini a controllare i consumi quotidiani e, di conseguenza, adottare comportamenti virtuosi che permettano di ridurre i consumi e risparmiare sulle bollette.

Il kit, distribuito dall’Agence Parisienne du Climat (APC), comprende un misuratore di watt (che misura l’elettricità consumata da ogni singolo apparecchio) e un misuratore di flusso (che rileva i litri d’acqua consumati al minuto).

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

Secondo l’APC, la voce che incide maggiormente sul bilancio energetico di una famiglia-tipo  parigina è il riscaldamento, che corrisponde al 60-70% della bolletta.

Subito dopo, vengono il consumo di acqua calda sanitaria (10%) e la “potenza specifica” (13%), nella quale  rientrano tutti gli apparecchi che funzionano con l’energia elettrica: lampade, elettrodomestici, televisori, impianti stereo, pc, ecc.

Il kit comprende anche una lampadina a basso consumo, una presa multipla (la cosiddetta “ciabatta”) e un riduttore di flusso da applicare al rubinetto. L’APC consiglia ai cittadini di installare subito questi 3 dispositivi e di verificare di persona come il risparmio economico in bolletta sia reale ed immediato.

Una bella iniziativa, quella parigina, che potrebbe rivelarsi vincente per ottenere un cambiamento positivo nelle abitudini energetiche delle famiglie.

 

Condividi su:
Avatar photo

BuoneNotizie.it

Dal 2001, BuoneNotizie.it raccoglie e pubblica notizie positive e costruttive per farti riscoprire il piacere di essere informati. Crea la tua dieta mediatica e scopri cos'è il giornalismo costruttivo.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici