Stelle a Ferragosto e non solo: i luoghi migliori per osservare il cielo

di 12 Agosto 2020Ambiente, Viaggi
Stelle a Ferragosto e non solo: i luoghi migliori dove osservarvare il cielo

Osservare le stelle a Ferragosto

 

Ferragosto è da sempre associato alle stelle. Nel mese delle vacanza per antonomasia le serate trascorse con lo sguardo rivolto verso il cielo sono molte. Infatti, la notte più lunga dell’estate si preannuncia all’indegna dell’astroturismo. In un’estate in cui mancano i grandi eventi, dai fuochi d’artificio alle feste in spiaggia, si può riscoprire l’emozione di osservare le stelle e gli astri. Inoltre, quest’anno la luna calante permette di vedere numerose stelle cadenti. Da non perdere poi lo sciame delle Perseidi e la cometa Neowise. Quest’ultima è visibile per tutto il mese di agosto dalle 21.00 alle 24.00. Una spettacolare triangolazione di Luna, Giove e Saturno, per vivere un’emozione unica. Una festa di Ferragosto fatta di stelle.

Vacanze di Ferragosto: l’astroturismo

Per gli amanti delle stelle Ferragosto è il periodo ideale per provare l’astroturismo. Il settore è un segmento di mercato in crescita negli ultimi anni. È infatti un viaggio adatto a famiglie con bambini, esperti o appassionati di astronomia, amanti della natura. Vacanze che permettono non solo di passare serate con gli occhi rivolti al cielo. Infatti, i luoghi ideali per osservare le stelle si trovano in montagna, al mare e in piccoli borghi da scoprire. Per vacanze sostenibili e di prossimità di giorno, mentre di sera ci si lascia incantare dallo spettacolo delle stelle. Le vacanze perfette per un Ferragosto diverso e di prossimità.

Riserve al buio per ammirare le stelle

Dal 2014 esiste in Italia Astronomitaly. L’associazione, fondata da Fabrizio Marra, si occupa di certificare le riserve al buio. Le zone migliori dove osservare le stelle, non solo a Ferragosto, ricevono certificazione di qualità “I cieli più belli d’Italia”. Sono luoghi che preservano l’oscurità, con metodi di illuminazione che non disperdono la luce verso l’alto. Esempi di turismo virtuoso, in un’ottica di sostenibilità e lotta all’inquinamento luminoso. Eccellenze italiane dell’astroturismo, ma non solo. Infatti, la certificazione “I cieli più belli d’Italia” prevede la salvaguardia delle tradizioni, della cultura e della storia dei territori. Inoltre, vengono presi in considerazione anche i servizi turistici presenti, con particolare attenzione alla salvaguardia dell’ambiente.

Dove osservare le stelle a Ferragosto

Alla scoperta delle stelle: Valpiana a Ossana, in Trentino

Valpiana è una piccola valle pianeggiante, punto di partenza per passeggiate e itinerari in montagna. Da qui si può ammirare la Via Lattea e vivere uno spettacolo naturale stellare. Circondata da montagne di abeti rossi e bianchi e larici, che fanno da schermo alle luci artificiali, la valle è il luogo ideale per vivere serate magiche sotto le stelle. Ossana, poi, permette di vivere delle vacanze in montagne incontaminate, ma anche di scoprire la cultura del borgo della Val di Sole. Il paese trentino è una metà da non perdere anche d’inverno. Infatti, nel periodo natalizio Ossana si trasforma nel “Borgo dei Presepi”. Nel Castello medievale di San Michele e lungo le vie vengono allestiti più di 1000 presepi artigianali. D’estate, invece, oltre ad osservare le stelle, si possono passare vacanze all’insegna dello sport nella natura e dell’enogastronomia. Vacanze astronomiche nelle montagne italiane.

Ferragosto sotto le stelle a Lambro, Rieti

Anche Lambro ha certificazione di qualità “I cieli più belli d’Italia”. Un antico borgo medievale, che ha conservato la sua storia e tradizione e vanta un cielo stellato da ammirare tutto l’anno. Lambro, in cima ad una rocca boscosa, si affaccia sul lago di Piediluca. Dall’altro lato è circondato dal Monte Termino, metà ideale per vacanze sugli sci. Lambro è il luogo perfetto per vacanze nella natura, tra paesaggi lacustri e montani. I suoi dintorni sono una delle aree del centro Italia più ricche di bellezze naturali e artistiche. Dai numerosi laghi, alle passeggiate nelle natura, passando per il Santuario di San Francesco. Inoltre è il punto di partenza per visitare la famosa Cascata delle Marmore. Tra le più alte d’Europa, ha un dislivello di 165 m e tre spettacolari salti. Vacanze astronomiche nel “paese di pietra” per rilassarsi al chiaro di luna con gli occhi rivolti al cielo.

Sotto le stelle della Sicilia: Troina

Troina si trova nell’area montuosa del Parco dei Nebrodi in provincia di Enna. Premiato come uno dei cieli più belli d’italia, non solo per i luoghi adatti ad osservare le stelle. Vanta infatti un’ottimi servizi turistici e un patrimonio storico e culturale di pregio. Dalla Piazza Conte Ruggero si ammirano le stelle del cielo, ma si gode anche di una vista straordinaria sull’Etna e sul mar Ionio. Inoltre, merita una  visita il museo con opere del pittore fiammingo Rubens. Si possono poi ammirare foto di Robert Capa e il dipinto “Ritratto di Paolo III Farnese”, attribuito a Tiziano. Da non perdere il lago Ancipa. Il più alto bacino artificiale della Sicilia è il luogo ideale anche per passeggiate o itinerari in bicicletta. Cieli stellati, cultura, natura e siti archeologici di pregio.

Astroturismo: osservare le stelle non solo a Ferragosto

In città, ormai, è quasi impossibile osservare il cielo e godere dello spettacolo delle stelle. Infatti, a causa dell’inquinamento luminoso, la visione degli astri è oscurata dalle luci artificiali. Passare delle vacanze all’insegna dell’astroturismo, è un’occasione unica per osservare una delle meraviglie più spettacolari che la natura ci riserva. I luoghi certificati al momento sono una trentina. Inoltre, hanno le peculiarità di racchiudere in un’unica vacanza mare, montagna, arte e cultura.

Per di più sono fruibili tutto l’anno. Infatti, se agosto è per antonomasia il mese delle stelle, ci sono fenomeni da non perdere durante tutto l’anno. Tra metà dicembre e l’inizio gennaio si può osservare il 1° Sciame meteorico dell’anno, le Quadrantidi. La loro luminosità non ha nulla da inviati are alle Perseidi. Ad aprile, poi, occhi rivolti al cielo per le Liridi, le stelle cadenti di primavera. Lo sciame più antico mai osservato illuminerà il cielo dal 16 al 26 aprile. L’astroturismo è una vacanza per tutto l’anno, perché il “cielo stellato in vacanza non va mai”.

UNISCITI A NOIScopri finalmente come informarti senza allarmismo, titoli strillati e fake news!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.