Un rapporto Unicef fotografa una generazione resiliente e capace di adattarsi, nonostante tutto.
L’emergenza sanitaria ha cambiato le abitudini e gli stili di vita di tutti. Da marzo a maggio i ragazzi si sono ritrovati a non poter uscire di casa e a perdere la propria quotidianità. La scuola e i momenti di socialità si sono spostati nello spazio virtuale, vietando le relazioni interpersonali fondamentali per la crescita. Dagli inizi di giugno, l'Italia ha riaperto i confini e molte delle attività sospese.

La fine dell’estate, però, ha segnato il progressivo aggravamento della situazione epidemiologica. Con l'entrata . . .

Questo contenuto è riservato agli iscritti!
Vuoi stare subito meglio leggendo buone notizie?

Gratis

0.00

Accesso gratuito

  • Accesso ai contenuti standard di BuoneNotizie.it
  • eBook integrale “Giornalismo Costruttivo
  • eBook “Quello che i media non ti hanno mai raccontato
  • Newsletter settimanale con le migliori buone notizie
  • SCONTO per i prossimi eventi LIVE

Registrati gratis ora!

AbbonamentoSe vuoi fare la differenza

4.97

al mese

  • Accesso a tutti i contenuti di BuoneNotizie.it
  • eBook integrale “Giornalismo Costruttivo
  • eBook “Quello che i media non ti hanno mai raccontato
  • Newsletter settimanale con le migliori buone notizie
  • SCONTO per i prossimi eventi LIVE

Abbonati subito