Analisi dei report sull'acqua sul territorio nazionale

Bonus idrico: cos'è e come ottenerlo? Diventato operativo dallo scorso 17 giugno, dopo l'approvazione della Legge bilancio, 2021, il bonus idrico è il riconoscimento di un credito d’imposta fino a 500 euro per l’acquisto di depuratori d’acqua nella propria abitazione, con lo scopo di ridurre le bottigliette di plastica destinate per l'uso d'acqua potabile.

Bonus idrico: cos'è e come ottenerlo?

Si tratta di un riconoscimento di un credito d'imposta pari al  50 % della spesa sostenuta dal 1°gennaio 2021 al 31 dicembre 2022 fino a un massimo di 1.000 euro a unità immobiliare per cittadini e un massimo di 5.000 euro per attività commerciali e istituzionali. Il bonus viene riconosciuto solo comunicando all’Agenzia delle entrate la spesa sostenuta entro il 28 febbraio dell’anno successivo. Quindi per i depuratori installati nel 2021 entro il 2022, mentre per le installazioni dell’anno prossimo si avrà tempo fino al 28 febbraio 2023. La spesa deve essere documentata tramite fattura elettronica o documento commerciale in cui sia riportato il codice fiscale di chi richiederà il credito d’imposta. Tra l'1 e il 28 febbraio 2022 sarà possibile presentare la domanda attraverso il sito dell'Agenzia delle entrate, compilando il modulo di “comunicazione delle spese per il miglioramento dell’acqua potabile” per le spese sostenute nel 2021. L' operazione potrà essere eseguita, sempre sul sito dell'Agenzia delle entrate, da un CAF o un commercialista al quale il contribuente deciderà eventualmente di rivolgersi . . .

Registrati gratis per continuare a leggere questo articolo...

Registrati gratis ora!

L’informazione può essere pericolosa

Per questo al giornalismo della paura, preferiamo quello delle soluzioni.