Ogni anno l’8 settembre si celebra la Giornata internazionale dell’alfabetizzazione o ILD (International Literacy Day), istituita il 26 ottobre 1966 dalla 14esima sessione della Conferenza Generale dell’UNESCO. L’idea di dedicare una giornata al tema dell’alfabetizzazione, tuttavia, è nata durante la Conferenza Mondiale dei Ministri dell’Educazione, sul tema dell’eradicazione dell’analfabetismo, tenutasi a Teheran dall’8 al 19 settembre del 1965. Le celebrazioni di quest’anno prenderanno il tema “Promuovere l’alfabetizzazione per un mondo in transizione: costruire le basi per società sostenibili e pacifiche“. Alfabetizzazione oggi è sinonimo di progresso, sviluppo, consapevolezza, miglioramento e inclusione. L’obiettivo principale di questa giornata è promuovere e sensibilizzare l’alfabetizzazione come diritto umano fondamentale e come strumento per il progresso sociale ed economico mondiale.

L’alfabetizzazione in Italia e nel mondo oggi

Secondo ActionAid, organizzazione internazionale indipendente impegnata nella lotta alle cause della povertà, l’analfabetismo è uno dei più gravi problemi al mondo. Stando ai dati del 2020 ci sarebbero 763 milioni di persone nel mondo che non sanno né leggere e né scrivere. Le zone più interessate sono l’Asia Meridionale e l’Africa Subsahariana.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

Da dati dell’Institute for Statistics (Istituto di statistica) dell’UNESCO esisterebbe una vera e propria “questione femminile” legata all’analfabetismo dell’aree geografiche cosiddette povere, secondo la quale circa i due terzi della popolazione analfabeta mondiale di queste zone, sarebbe composta da donne. Esisterebbe, infatti, una correlazione inversa tra percentuali di tasso di scolarizzazione e occupazione femminile, e percentuali di tasso di fecondità. È chiaro che con l’aumento dell’alfabetizzazione il numero di nascite cala rapidamente e viceversa. Risulta che le persone alfabetizzate sono più propense a trovare lavoro, guadagnare di più e a vivere una vita più sana ed equilibrata.

Giornata internazionale dell'alfabetizzazione. Tassi di alfabetizzazione mondiale

Immagine presa dal sito UNESCO

In Italia, secondo l’ISTAT, le percentuali di analfabetismo hanno osservato un costante calo, passando dal 74,1% all’indomani dell’unificazione del 1861, al 12,9% del miracolo economico del 1950, allo 0,6 % del 2020. Ad oggi le regioni con più analfabeti sarebbero la Basilicata, la Calabria e il Molise.

Obiettivi della Giornata internazionale dell’alfabetizzazione

Leggere, scrivere, contare e utilizzare tecnologie digitali sono capacità fondamentali per poter svolgere un ruolo attivo e per contribuire allo sviluppo economico. Ma per molte persone non è possibile e neppure scontato come si potrebbe credere. Nonostante i progressi compiuti a livello mondiale l’UNESCO ci ricorda come in troppi Paesi l’istruzione e l’educazione sono ancora oggi un diritto negato a causa di molteplici fattori come povertà, mancanza di risorse e infrastrutture educative, discriminazioni di genere, retaggi culturali e conflitti armati.

L’impegno continuo della comunità internazionale può contribuire a superare questi ostacoli e a promuovere l’alfabetizzazione su larga scala. Per tale motivo gli obiettivi di questa ricorrenza, che mira a promuovere l’alfabetizzazione e l’educazione globale, sono svariati e importanti. Tra i principali ricordiamo: sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza di combattere l’analfabetismo; promuovere, favorire e migliorare l’accesso all’educazione di base e a tutte le altre forme educative a tutte le persone; migliorare e incoraggiare l’alfabetizzazione digitale.

Anche nel programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità sostenibile di Agenda 2030 dell’ONU, firmato dai 193 Paesi membri, la tematica è presente.

All’Obiettivo 4/Fornire un’educazione di qualità, equa ed inclusiva, e opportunità di apprendimento per tutti, cita: “Un’istruzione di qualità è la base per migliorare la vita delle persone e raggiungere lo sviluppo sostenibile. Si sono ottenuti risultati importanti per quanto riguarda l’incremento dell’accesso all’istruzione a tutti i livelli e l’incremento dei livelli di iscrizione nelle scuole, soprattutto per donne e ragazze. Il livello base di alfabetizzazione è migliorato in maniera significativa, ma è necessario raddoppiare gli sforzi per ottenere risultati ancora migliori verso il raggiungimento degli obiettivi per l’istruzione universale. Per esempio, a livello mondiale è stata raggiunta l’uguaglianza tra bambine e bambini nell’istruzione primaria, ma pochi paesi hanno raggiunto questo risultato a tutti i livelli educativi”.

L’alfabetizzazione può influenzare il progresso dell’umanità

Governi, istituzioni pubbliche e private, associazioni ed enti, professionisti e centri di formazione tanto hanno fatto e tanto stanno facendo affinché tutto ciò sia possibile e realizzabile. In Svizzera ad esempio, la CFC (la Conferenza della Svizzera italiana per la formazione continua degli adulti) in stretta collaborazione con FSEA (la Federazione svizzera per la formazione continua) in occasione della Giornata terrà delle serate di lettura e la proiezione di un film.

A livello mondiale, una conferenza sarà organizzata di persona e online venerdì 8 settembre 2023, a Parigi, in Francia. Questa celebrazione globale includerà la cerimonia di premiazione dei premi internazionali di alfabetizzazione dell’UNESCO per annunciare gli eccezionali programmi premiati di quest’anno (premio per l’alfabetizzazione King Sejong dell’UNESCO con il sostegno del governo della Repubblica di Corea, premio Confucio UNESCO per l’alfabetizzazione con il sostegno del governo della Repubblica popolare cinese).

In occasione della Giornata internazionale dell’alfabetizzazione, inoltre, UNESCO invita tutti a impegnarsi a promuovere l’alfabetizzazione e l’educazione e a compiere azioni per ridurre l’analfabetismo. Ci sono molti modi per farlo, ad esempio: sostenere le organizzazioni che lavorano per l’alfabetizzazione; offrire il proprio tempo come volontario; divulgarne l’importanza; fare una donazione a un’organizzazione che promuove attività; informarsi sui suoi benefici; organizzare o partecipare a eventi locali. L’alfabetizzazione è un diritto fondamentale che deve essere garantito a tutti, indipendentemente da età, sesso, religione o etnia.

Di seguito il link per registrarsi all’evento globale dell’8 settembre 2023 di Parigi: https://indico.un.org/event/1005012/

Condividi su:
Avatar photo

Marco Russo

Laureato in Scienze, Culture e Politiche della Gastronomia seguo e studio il mondo dell'agroalimentare e dell'enogastronomia. Aspirante giornalista pubblicista tratto inoltre temi legati all'attualità, all'arte e allo sport. Seguo il corso di giornalismo dell'Associazione Italiana Giornalismo Costruttivo.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici