I lavori del futuro tra spazio, connessione e cambiamento

Il mercato del lavoro sta cambiando profondamente, anche a causa delle difficoltà economiche e dei cambiamenti sociali. Capire quali saranno i lavori del futuro non è semplice. Analizzando ricerche come 70 jobs for 2030, abbiamo provato a fare una fotografia di quelle che potrebbero essere le professioni che potremmo fare fra dieci anni.

Elon Musk ha già indicato la strada: verso le stelle

Una tendenza ormai già evidente ci porta… nello spazio. Già nel 2020 abbiamo compreso, con il lancio di Space X verso la stazione orbitale internazionale, i grandi investitori puntano verso lo spazio, Elon Musk in testa. Con loro, anche noi potremo trovare un lavoro soddisfacente come addetti nell’industria areo spaziale privata. Vi andrebbe di fare il macchinista spaziale per portare in giro astronavi? Beh, dal 2030, potrebbe essere molto meno fantascientifico.

La tecnologia libererà l’uomo da lavori ripetitivi e gli consegnerà tra le mani più tempo… che l’uomo non saprà sfruttare. Per questo avremo bisogno di time coach (allenatori del tempo), di problem solver (risolutori di problemi). Professioni come quelle della segretaria, dell’insegnante, dello psicologo, perfino del medico, saranno svolte da remoto. Lavorare con i dati sarà l’obiettivo per ottimizzare tempi e costi del lavoro.

I lavori del futuro: minatori dal salotto di casa

Uomini che raccolgono l’energia, uomini costruttori di case nelle spazio, architetti spaziali, aeroporti spaziali. Uomini e macchine che lavoreranno insieme. Il rapporto con l’intelligenza artificiale diventerà integrato in ogni tipo di lavoro. Perfino i minatori potranno stare comodamente a casa e governare le macchine estrattrici con un ambiente olografico che sostituirà i comandi della macchina, la quale sarà, magari, a centinaia di chilometri e molti metri sotto terra.

La password giusta è specializzazione

Lavorare nel futuro vorrà dire specializzarsi in ciò che piace e farne una professione. Chef che andranno a produrre personalmente i propri prodotti, personal shopper online che seguiranno le persone nei propri acquisti. Store online che andranno man mano a sostituire gli store classici e che taglieranno le distanze vendendo nell’intero mondo.

L’uomo del futuro raccoglierà energia attraverso dei piccoli congegni, come orologi contapassi. Si arriverà a sfruttare anche l’energia prodotta dalle nostre attività e utilizzarla per alimentare i nostri apparecchi tecnologici. Naturalmente il clima sarà un problema e allora tutti quelli che vogliono lavorare nel settore della green economy e del riuso potranno avere campo aperto. La password giusta per trovare un lavoro nel 2030?  Diventare unici. Anche il lavoro nel mondo degli anziani avrà un grande futuro.

Il tempo che ci verrà regalato potrebbe arricchire i lavori del futuro

In un trend che porta a svolgere come lavoro le attività d’interesse, la visione fantasiosa del lavoro del futuro fa pensare alla possibilità di arrivare quasi ad azzerare il tasso di disoccupazione. O meglio: lavoreremo meno, ma lavoreremo tutti.

Nel 2030 tutti avranno bisogno di chi li aiuterà a gestire il tempo, tantissimo tempo del quale i lavoratori potranno disporre a proprio vantaggio. Si svolgeranno tutte quelle attività che contribuiranno a incrementare il valore del tempo libero. La prerogativa futura sarà quella di monetizzare attraverso le proprie passioni, agevolando lo svolgimento del lavoro. Ecco quindi che, fra i lavori del futuro, possiamo mettere anche i creator.

L’evoluzione sociologica delle professioni

L’evoluzione porterà le professioni a una selezione sociologica come già avvenuta in passato. La cultura sarà alla base di questo nuovo modo di concepire il lavoro. Ognuno svolgerà il proprio lavoro da qualsiasi luogo e con l’utilizzo di strumenti sempre più piccoli e portatili che forniranno aggiornamenti in real-time sui lavori che si stanno svolgendo. Per questo motivo, dai lavori del futuro, potrebbero venire esclusi coloro che non hanno i mezzi per prepararsi culturalmente e per formarsi, ma anche coloro che non riusciranno a cambiare con la stessa velocità con cui cambia il mercato del lavoro.

Leggi anche:

Le tendenze nel mercato del lavoro europeo 2020-2021

Formazione continua: i vantaggi per gli artigiani e le imprese

Il settore delle startup resiste e vince il Covid

Bonus 2021: ecco gli incentivi per le famiglie

70 jobs for 2030 (in inglese)

ISCRIVITI SUBITO ALLA NEWSLETTER e RICEVI L'ESTRATTO GRATUITO del primo libro mai scritto in Italia sul Giornalismo Costruttivo!