La pallavolo femminile torna a stupire. La Super Final di Champions League del prossimo 5 maggio tra Milano e Conegliano è solo la ciliegina sulla torta di un successo sportivo a tinte azzurre.

Un movimento in rapida crescita

La pallavolo femminile si conferma in crescita. Il livello dei campionati, la passione per la Nazionale e l’amore per un gioco spettacolare e poco scontato, aumenta il proprio appeal. Negli ultimi anni la Federazione Internazionale Pallavolo (FIVB) ha investito notevoli risorse nel volley femminile. Una presa di coscienza, quella dei vertici di Federazione, che ha portato ad una decisa promozione del gioco in diverse parti del mondo. Campionati internazionali, tornei di livello mondiale e partecipazione di fuoriclasse assolute hanno reso la pallavolo femminile uno sport avvincente: magnetico, imprevedibile e ricco di entusiasmanti colpi di scena. Un fenomeno dunque, quello del volley femminile, affascinante e seguito.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

Dal fallimento estivo alla Super Final di Champions League

Oltre a parlare della Super Final di CEV Champions League fra l’Allianz Vero Volley Milano e l’Imoco Volley Conegliano, però, è doveroso fare un passo indietro. Un passo che ci costringe a tornare alla scorsa estate. Nel 2023, infatti, la Nazionale azzurra dell’ex Commissario tecnico Davide Mazzanti è stata protagonista di un fallimento inaspettato e deludente. Giunta all’Europeo (CEV EuroVolley 2023) da campione in carica (dopo il successo del 2021), la squadra fu sconfitta in semifinale dalla Turchia. L’ulteriore passo falso contro l’Olanda poi, nella finale valevole per il terzo e quarto posto del torneo, aveva portato ad interrogativi sul valore del movimento italiano della pallavolo femminile.

La mancata qualificazione diretta alle Olimpiadi di Parigi 2024 – che potrà comunque essere raggiunta grazie al ranking – attraverso il pool di gare disputate a Lodz (Polonia) a settembre, aveva reso amara un’estate ricca di aspettative. Il duro lavoro in palestra delle ragazze, però, ha invertito un trend che rischiava di compromettere la credibilità del movimento. Il percorso europeo fatto da Milano e Conegliano, del resto, ha riportato valore alla pallavolo femminile italiana, decisamente dominante a livello europeo.

La Super Final del prossimo 5 maggio tra Milano e Conegliano, dunque, punta ad essere molto più di una semplice gara di pallavolo. Uno spettacolo che renderà merito e onore al tricolore. In aggiunta a quanto detto sullo stato di salute del movimento pallavolistico italiano, sono da annoverare i successi ottenuti dall’Igor Gorgonzola Novara in CEV Challenge Cup e dalla Reale Mutua Fenera Chieri ’76 in CEV Volleyball Cup. Insomma, un triplete azzurro che fa ben sperare il neo Commissario tecnico della Nazionale italiana, Julio Velasco, in vista della prossima VNL (Volleyball Nations League) e delle imminenti Olimpiadi di Parigi.

Orgoglio azzurro: la pallavolo femminile a Palazzo Chigi

Per rendere omaggio ad un’annata straordinaria come quella corrente, le delegazioni dei team della Lega Pallavolo Serie A Femminile sono state ricevute a Palazzo Chigi dalla Presidente del consiglio Giorgia Meloni lo scorso giovedì 4 aprile. Erano presenti anche il Ministro per lo sport e i giovani Andrea Abodi, il Presidente della Lega Pallavolo Serie A Femminile Mauro Fabris, il Presidente della FIPAV Giuseppe Manfredi e il Presidente del CONI Giovanni Malagò. Un triplete azzurro che, per la settima volta nella storia darà merito all’Italia in ambito internazionale.

Condividi su:
Avatar photo

Antonio Di Bello

Studente universitario con esperienze lavorative in ambito comunicativo e giornalistico. Amo raccontare tutto ciò che circonda il mondo del calcio, della pallavolo e della Formula Uno. Aspirante pubblicista, scrivo per BuoneNotizie.it grazie al laboratorio di giornalismo per diventare giornalista pubblicista.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici