Affrontare l’ansia e gli attacchi di panico utilizzando la Programmazione Neuro-Linguistica (PNL) implica l’applicazione di tecniche specifiche che affrontano i modelli di pensiero, i comportamenti e le emozioni associati a queste sfide. Di seguito, una guida su come utilizzare la PNL per gestire l’ansia e gli attacchi di panico.

1- Entrare in uno stato di calma e controllo

Bisogna iniziare col fare tre profondi respiri. Portare la propria attenzione sul respiro e sulle sensazioni del corpo concentrandosi sul dato momento che si sta vivendo e sperimentando.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

Utilizzare la tecnica PNL di “ancoraggio” per associare un gesto fisico specifico, come ad esempio premere insieme il pollice e l’indice, con uno stato di calma e di pieno controllo.

2- Identificare i trigger

Esplorare i fattori scatenanti e gli schemi mentali che contribuiscono al verificarsi della propria ansia. Identificare le situazioni, i pensieri o i comportamenti specifici che precedono l’insorgenza dell’ansia o che precedono l’attacco di panico.

3- Riformulare i pensieri negativi

Applicare la tecnica della PNL di riformulazione per cambiare il modo in cui si percepiscono e si interpretano le date situazioni. Affrontare i pensieri negativi e sostituirli con altri che diano delle prospettive più positive e propositivi.

Ad esempio, se il pensiero è: “Non posso gestire questa situazione”, bisognerà riformularlo in: “Sono capace e posso gestire questa situazione”.

4- Linea temporale

Utilizzare la tecnica PNL della linea temporale per esplorare e riformulare le esperienze passate che contribuiscono all’ansia, rivisitando e riformulando questi ricordi.

In sostanza bisogna rivisitare mentalmente una situazione passata che scatena l’ansia e immaginarla nuovamente con un risultato positivo, sottolineando la propria capacità di gestirla.

5- Creare ancore positive

Stabilire ancore positive da utilizzare durante i momenti di maggiore ansia per mantenere la calma e il controllo. Per fare questo basta ricordare un particolare momento in cui si sperimentava una situazione di calma e controllo e associare quel particolare stato a un gesto o un’azione che costituirà la propria “ancora”, rievocando immediatamente il dato stato quando lo si richiamerà.

Quando l’ansia emerge, basta attivare l’ancora positiva per cambiare il proprio stato emotivo.

6- Modelli linguistici

Prestare attenzione al proprio dialogo interno e usare un linguaggio positivo e propositivo. Sostituire tutte le affermazioni autolimitanti con affermazioni che promuovono e rafforzano il senso di controllo e di fiducia.

Ad esempio, sostituire “Non posso farcela” con “Sono capace e resiliente”.

7- Visualizzazione

Utilizzare tecniche di visualizzazione per immaginare un luogo calmo e sereno oppure visualizzare la propria persona mentre affronta con successo situazioni difficili.

La visualizzazione aiuta a creare un’immagine mentale positiva, riduce l’ansia e promuove un senso generale di controllo.

8- Praticare la mindfulness

Integrare le tecniche di mindfulness nella propria routine quotidiana. Imparare a concentrarsi sul momento presente senza giudizio.

La PNL spesso incorpora la mindfulness per migliorare l’autoconsapevolezza e ridurre l’impatto dei pensieri ostacolanti.

9- Cercare supporto professionale

Considerare la possibilità di consultare un professionista della PNL o un professionista della salute mentale specializzato in ansia.

La guida professionale può fornire strategie personalizzate e garantire la corretta applicazione delle tecniche di PNL.

10- Coerenza e pazienza

Le tecniche di PNL possono richiedere tempo per produrre risultati coerenti al proprio desiderio. Occorre essere pazienti e rimanere coerenti nella pratica di queste strategie.

La pratica regolare migliora l’efficacia della PNL nella gestione dell’ansia e degli attacchi di panico.

Bisogna sempre ricordare che ogni individuo è un essere unico e ciò che funziona per una persona può differire da ciò che funziona per un’altra. È essenziale trovare la giusta combinazione di tecniche di PNL che risuonano in sintonia con il proprio essere e, nel caso, cercare una guida professionale per definire un approccio su misura per la gestione dell’ansia e degli attacchi di panico.

Leggi anche:

Coaching PNL: miglioramento delle prestazioni e crescita personale

Condividi su:
Avatar photo

Andrea Baumberger

Chi sono?Uno come voi che nel corso degli anni ha sviluppato tante passioni e diversi interessi che sono qua a condividere con i miei lettori nella speranza che possano tornarvi utili nella vostra quotidianità e magari, chissà, destare in voi qualche nuovo interesse e dischiudere la via verso nuove entusiasmanti scoperte. Aspirante pubblicista, scrivo per BuoneNotizie.it grazie al laboratorio di giornalismo per diventare giornalista pubblicista.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici