Comunicare in maniera efficace è sempre stato essenziale, sia nel contesto professionale che in quello personale. Essere in grado di esprimersi chiaramente, ascoltare attivamente e trasmettere messaggi in modo convincente sono competenze che fanno la differenza, aprono porte e favoriscono relazioni significative.

Dire la cosa giusta al momento giusto con il tono giusto può far ottenere ciò che riteniamo impossibile. La comunicazione è un insieme di atti che se diretti in maniera consapevole diventa un’arma estremamente strategica.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

Riconoscere e difendersi dalla comunicazione manipolatoria

Una volpe

La manipolazione della volpe secondo la favola di Esopo. pexels

Tutti comunichiamo ma pochi sanno come farlo bene. E chi ne è particolarmente capace ottiene inevitabilmente di più dalla vita. Un po’ come ci insegna la favola della volpe e dell’uva attribuita ad Esopo.

La storia narra di una volpe che, osservando un corvo posato su un albero con un pezzo di formaggio nel becco, ingegnosamente usa la lusinga per ottenere ciò che vuole.

La volpe, infatti, complimenta il corvo per il suo magnifico canto e suggerisce che sarebbe il miglior uccello di tutti se solo potesse aggiungere una melodia alla sua abilità. Preso dall’orgoglio e desideroso di dimostrare la sua bravura, il corvo apre il becco per cantare, lasciando cadere il formaggio che viene prontamente raccolto dalla volpe.

La favola illustra l’importanza di come le parole influenzino gli altri a tal punto da manipolarli sottolineando l’importanza di essere consapevoli e attenti durante le interazioni comunicative. Ciò insegna che conoscere certe tecniche è utile non solo necessariamente per usufruirne, ma anche per riconoscerle e non cascare nella trappola.

I passaggi chiave della comunicazione efficace

Riunione

L’importanza della comunicazione efficace tra colleghi. pexels

I “trucchi” per attirare attenzione su ciò che diciamo e palesarci come persone autorevoli sono molteplici. Li possiamo intercettare in numerosi libri dedicati, video Youtube o qualsiasi altro canale di divulgazione. Ma anche nella disciplina della PNL (Programmazione Neuro Linguistica) possiamo trovare esempi pratici e pragmatici:

Sguardo alternativo. Mettere in dubbio le proprie convinzioni è già un ottimo passo per guardare le situazioni da un punto di vista diverso e magari favorevole. Una persona ottimista la si riconosce in quanto sembra che tutto le vada sempre bene. In realtà quella è la percezione che lei ha della sua vita e di conseguenza la trasmette agli altri palesandosi come un individuo, la maggior parte delle volte, di successo.

Rapporto empatico. Non partire in quarta nel voler farsi capire a tutti i costi. Chi ci ascolta è quasi sempre incentrato su sè stesso, dunque selezionerà le informazioni per lui più salienti. Per questo è fondamentale allinearsi con un ascolto attivo per comprendere davvero ciò che ci viene detto e rispondere in maniera appropriata. L’esatta comprensione dell’interlocutore crea in lui fiducia in noi.

Uguaglianza. Fateci caso, quando parliamo con qualcuno iniziamo ad assumere il suo stesso tono di voce, imitare i suoi atteggiamenti e metterci sul suo stesso piano comunicativo. Questo a causa dei neuroni a specchio. La consapevolezza di ciò che accade ci può portare al controllo della discussione calibrando le modalità di comunicazione a nostro favore.

Studi sul disagio della mancanza di comunicazione efficace

Comunicazione efficace.

I trucchi di una comunicazione efficace. pexels

Secondo uno studio condotto da Salesforce, il 86% dei dipendenti e dei dirigenti ritiene che la mancanza di comunicazione e di collaborazione sia la causa principale dei fallimenti nei team e nei progetti. E che i dipendenti hanno 4,6 volte più probabilità di ottenere risultati migliori se sentono che la loro voce è ascoltata.  Molti lasciano il proprio lavoro proprio di conseguenza ai conflitti con i colleghi.

Ma anche dall’altra parte, secondo un’indagine di Harvard Business Review, il 95% dei dirigenti intervistati ritiene che la comunicazione inefficace sia la causa principale degli errori all’interno delle organizzazioni. ed è per questo che, secondo il World Economic Forum, le competenze legate alla comunicazione sono tra le competenze chiave richieste dai datori di lavoro in tutto il mondo, con una crescente enfasi sulla capacità di comunicare in modo chiaro e persuasivo.

Nella comunicazione efficace risiede il potere di connettere, ispirare e guidare. Ogni parola, gesto e ascolto attento sono mattoni fondamentali per costruire ponti verso il successo. Investi nella tua capacità di comunicare con chiarezza e empatia, perché è attraverso questa abilità che trasformiamo visioni in azioni e relazioni in connessioni durature.
Condividi su:
Avatar photo

Laura Corona

Aspirante giornalista laureata in Lettere. Scrivo di Cultura e Lifestyle collaborando con BuoneNotizie.it, grazie al laboratorio di giornalismo per diventare giornalista pubblicista

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici