Separazioni in innegabile ascesa: ma per certe coppie forse il lockdown è stato una salvezza.
Sempre più spesso giungono notizie di coppie in lockdown che stentano a sopravvivere, messe in difficoltà dalla convivenza forzata. C’è da chiedersi: qual è la novità per i coniugi e conviventi? Non dovrebbero essere abituati? Ebbene, studi recenti e statistiche dimostrano il contrario.

"La pandemia ha creato l'emergenza familiare, non solo quella economica - ha dichiarato l'avvocato Gian Ettore Gassani, presidente dell'Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani.

L'Associazione Nazionale Divorzisti Italiani riporta che nel 2020 c'è stato un aumento delle separazioni del 60% rispetto al 2019. Le cause? Doppie vite difficili da celare, una conoscenza "troppo" approfondita, difficoltà nella divisione di compiti in casa. Consigli su come affrontare un nuovo lockdown sono diversi, ma non sempre è facile seguirli, se una coppia è già in crisi.

Matrimoni e Covid: le nuove difficili abitudini
Matteo Santini, avvocato e presidente dell'Associazione nazionale avvocati divorzisti e direttore scientifico Centro Studi ricerche diritto alla famiglia e minori ha dichiarato all'ANSA che sono aumentate le separazioni dovute alla convivenza forzata, identificandola come "fonte di tutti i problemi principali all'interno della coppia".

Vivere sotto lo stesso tetto 24 ore su 24 comporta la rottura di quegli equilibri che la distanza spesso riesce a garantire. Per un uomo abituarsi a risiedere fra le mura domestiche, prendendosi in carico faccende mai svolte prima, forse non è semplice. Così come può essere arduo per una donna avere una presenza fissa in casa che aumenta le mansioni da compiere. Battibecchi . . .

Registrati gratis per continuare a leggere questo articolo...

Registrati gratis ora!

L’informazione può essere pericolosa

Per questo al giornalismo della paura, preferiamo quello delle soluzioni.