A poche settimane dall’inizio della diciassettesima edizione del campionato europeo di calcio 2024, andiamo alla scoperta della strategia ambientale, sociale e di governance pensata dalla UEFA in occasione di Euro 2024. Dal 14 giugno al 14 luglio, infatti, torna in campo lo spettacolo del football continentale.

La strategia dell’UEFA per Euro 2024

In occasione del campionato europeo di calcio 2024, che vedrà l’Italia di Luciano Spalletti andare a difesa del titolo conquistato nell’estate del 2021, la UEFA ha presentato il proprio piano di strategia. Come riportato dallo stesso organo di governo del football europeo sul proprio sito web, la mission è chiara. La visione del campionato europeo di calcio 2024 è quella di essere il punto di riferimento per la politica di sostenibilità negli eventi sportivi. Non solo, anche forza trainante per uno sviluppo sostenibile delle società calcistiche europee e tedesche.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

Gli europei di calcio 2024 che si terranno in Germania a partire dal 14 giugno, insomma, mira a promuovere una strategia caratterizzata da tre pilastri che si collegano in 11 aree d’azione. Queste, a loro volta, sono sostenute da 28 temi, 48 obiettivi e 83 indicatori chiave di prestazioni. In occasione di Euro 2024, il piano mira a ridurre l’impatto ambientale, con annessa tutela del clima e corretta gestione dei rifiuti. Prevenire e combattere ogni forma di discriminazione, con l’aggiunta di corrette forme di comportamento e l’impegno di promozione legato a cibi e bevande salutari all’interno degli stadi delle città ospitanti.

Particolarmente utili, soprattutto col fine di rafforzare il concetto, risultano essere le parole di Michele Uva. Il responsabile UEFA per la sostenibilità sociale e ambientale ha, infatti, aggiunto: «I Campionati Europei UEFA sono il terzo evento sportivo più grande al mondo e sono seguiti da miliardi di tifosi. Trasmettono passione, uniscono persone e abbattono barriere culturali. In linea con le crescenti aspettative della società nei confronti del calcio, che deve accelerare l’azione in materia di sostenibilità sociale e ambientale, questa è la nostra occasione per dare l’esempio. Il tutto, realizzando il torneo secondo i più alti standard di sostenibilità».

Un piano in linea con gli obiettivi promossi dalle Nazioni Unite

Continuando a porre l’accento sulla strategia ambientale, sociale e di governance pensata in occasione di Euro 2024, Michele Uva ha proseguito sul discorso legato a quello che è stato il lavoro svolto dal massimo organo di governo del calcio europeo, in occasione del noto torneo estivo. Il rappresentante UEFA ha quindi concluso: «Attraverso gli investimenti e le misure mirate presentate nel nostro approccio strategico, abbiamo costruito le basi per contribuire all’eredità del torneo, allineandoci in pieno con gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile promosso dalle Nazioni Unite».

Euro 2024, lo spettacolo del campionato europeo di calcio

Il mondo del pallone, come già raccontato, attende di conoscere l’ennesimo capitolo di una storia ricca di sorprese ed emozioni senza tempo. La fase finale di UEFA Euro2024 si aprirà alla Football Arena di Monaco in occasione di Germania-Scozia. Le 24 partecipanti in gioco, suddivise in 6 gironi da 4 squadre ciascuno, tenteranno la scalata alla finalissima dell’Olympiastadion di Berlino. Il tutto col medesimo meccanismo: superata la fase a gironi, al via quella ad eliminazione diretta con ottavi, quarti, semifinali e finale.

Girone A: Germania, Scozia, Ungheria, Svizzera.
Girone B: Spagna, Croazia, Italia, Albania.
Girone C: Slovenia, Danimarca, Serbia, Inghilterra.
Girone D: Polonia, Olanda, Austria, Francia.
Girone E: Belgio, Slovacchia, Romania, Ucraina.
Girone F: Turchia, Georgia, Portogallo, Repubblica Ceca.

Le avversarie dell’Italia

L’Italia di Luciano Spalletti, dunque, dovrà vedersela contro Albania, Spagna e Croazia all’interno del girone B di Euro 2024. Ben sapendo che le prime due squadre di ogni gruppo accederanno direttamente agli ottavi di finale degli europei di calcio 2024, gli azzurri non potranno permettersi cali di concentrazione. In occasione dell’esordio contro l’Albania di Silvinho (fissato per sabato 15 giugno alle 21) non saranno ammessi errori. Dopotutto, contro la Spagna (20 giugno alle 21) e la Croazia (lunedì 24 giugno alle 21) il livello di difficoltà si alzerà notevolmente. La nostra selezione nazionale, del resto, è chiamata a difendere il titolo dell’estate 2021. Quello dell’indimenticabile notte di Wembley.

Leggi anche:

Calcio sociale: quando il pallone riesce a cambiare il mondo

Manchester City, tra calcio e lingua inglese: l’iniziativa dedicata ai giovani

Condividi su:
Avatar photo

Antonio Di Bello

Studente universitario con esperienze lavorative in ambito comunicativo e giornalistico. Amo raccontare tutto ciò che circonda il mondo del calcio, della pallavolo e della Formula Uno. Aspirante pubblicista, scrivo per BuoneNotizie.it grazie al laboratorio di giornalismo per diventare giornalista pubblicista.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici