Qual è il significato di democrazia? Ce lo spiega il progresso

Il progresso ha dato un significato alla parola democrazia. Ecco quale.

Nonostante la pandemia da coronavirus, sono molti i vantaggi resi possibili dal progresso e, prima ancora, dall’Illuminismo. A partire da quel famoso 1789, le scoperte che si sono rese possibili si sono succedute una dietro l’altra, migliorando la qualità della vita. Spesso si tende a sottovalutarle, finendo col non apprezzarle. Una di queste è la progressiva affermazione della democrazia nel mondo. Qual è il vero significato di democrazia? E quali sono i progressi tangibili che ha determinato la sua diffusione? Scopriamoli insieme.

Ecco qual è il significato di democrazia

La parola democrazia deriva dal greco dêmos ‘popolo’ e -kratía ‘potere’. Letteralmente, il significato di democrazia è “potere del popolo”. Secondo quanto riportato da Garzanti Linguistica, è la “forma di governo in cui la sovranità appartiene al popolo, che la esercita direttamente o mediante rappresentanti liberamente eletti“. Rispetto ad altre forme di governo più autoritarie, la democrazia la si può intendere come una via di mezzo. In particolare, da una parte evita che una persona possa sopraffare l’altra; dall’altra, impedisce ai cittadini di essere sopraffatti da una figura superiore a loro, in quanto al ruolo ricoperto. In altre parole, la democrazia tutela le persone dalla tirannia (governo esercitato in maniera dispotica) e dall’anarchia, cioè dalla mancanza di un governo.

Come siamo arrivati a essere più democratici rispetto al passato

Per capire i passi in avanti compiuti dall’uomo verso la democrazia, tanto da attribuirle un significato degno di questo nome, riteniamo utile citare lo studio di Samuel Huntington, famoso politologo statunitense. Secondo la sua analisi, la storia umana ha vissuto tre momenti che hanno portato all’affermazione e alla diffusione della democrazia nel mondo, a partire dalla democrazia costituzionale americana. Si tratta di una prima forma di controllo del potere nell’Ottocento. A questo primo esperimento si sono ispirati i governi di 29 Paesi nel mondo (dato riferito al 1922).

In seguito alla sconfitta del fascismo, vi è il secondo momento di affermazione della democrazia, con un ampliamento a 36 dei Paesi democratici (dato riferito al 1962). Questo secondo momento si è interrotto con l’affermazione di governi militari (in America Latina e in Grecia), comunisti (in Africa, nel Sudest Asiatico e nel Medio Oriente) e dei regimi autoritari (in Asia).

In seguito, con la caduta dei governi fascisti e militari (in Asia, in America Latina e nell’Europa meridionale), del Muro di Berlino e con la sconfitta del Comunismo in Russia, ha inizio il terzo momento di affermazione della democrazia, che continua ancora oggi.

Diamo un’occhiata alle mappe per apprezzare il significato di democrazia

In soldoni, quali sono i progressi realizzati fino ad ora verso la democrazia? La risposta la forniscono le due mappe seguenti, realizzate da Humanprogress.org. Entrambe confrontano la diffusione della democrazia con l’autocrazia (cioè il potere assoluto, perciò non democratico). Le diverse intensità dell’azzurro indicano, su una scala da uno a dieci, il livello della democrazia nei vari Stati.

In questa prima mappa già “a occhio” possiamo constatare il numero limitato degli Stati democratici nel mondo nel 1800:

Mappa del confronto della diffusione della democrazia nel mondo nel 1800. Come si può notare, solo pochi Paesi erano democratici e, cioè, gli Sati Uniti, il Regno Unito, la Francia, il Marocco, l'Oman, l'Afghanistan e la Cina

Mappa del confronto della diffusione della democrazia e dell’autocrazia nel mondo nel 1800. Come si può notare, solo pochi Paesi erano democratici e, cioè, gli Sati Uniti, il Regno Unito, la Francia, il Marocco, l’Oman, l’Afghanistan e la Cina. (Fonte: Humanprogress.org)

In questa seconda mappa, aggiornata al 2017, si possono cogliere i passi in avanti nella diffusione della democrazia, fino a comprendere quasi tutti i Paesi del mondo:

Mappa del confronto della diffusione della democrazia e dell'autocrazia nel mondo nel 2017. Si può cogliere già a un rapido sguardo la diffusione pressoché globale della democrazia

Mappa del confronto della diffusione della democrazia e dell’autocrazia nel mondo nel 2017. Si può cogliere, già a un rapido sguardo, la diffusione pressoché globale della democrazia. (Fonte: Humanprogress.org)

Quali sono, dunque, i significati più tangibili della democrazia? Innanzitutto, la libertà personale è aumentata rispetto a due secoli fa. In secondo luogo, i cittadini sono più istruiti e più sani. In terzo luogo, permette agli Stati di non avere carestie; infine, garantisce uno sviluppo economico più elevato rispetto a quello reso possibile dalle autarchie.

Leggi anche:

Ma qual è il significato di lockdown? Ce lo spiega Italo Calvino

Cosa significa Covid 19? Ce lo spiega la scienza

Bestseller: l’Italia dei lettori tra democrazia, covid e cucina

ISCRIVITI SUBITO ALLA NEWSLETTER e RICEVI L'ESTRATTO GRATUITO del primo libro mai scritto in Italia sul Giornalismo Costruttivo!