L'indagine sulla felicità nel mondo nel 2021 si concentra sugli effetti della pandemia.

Secondo il Rapporto sulla felicità nel mondo 2021 (World Happiness Report), l'Italia guadagna tre posizioni, scalando il 25esimo posto. Al primo posto tra i Paesi più felici, la Finlandia. Il World Happiness Report è l'indagine sullo stato della felicità globale. Redatto dal 2012 dal Network per le soluzioni di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, in base ai dati del Gallup World Poll, è stato presentato nella Giornata internazionale della Felicità, il 20 marzo.

Nel 2011 l'Assemblea Generale dell'ONU ha approvato la risoluzione “Felicità: verso una definizione olistica di sviluppo” che invitava i governi a "dare più importanza alla felicità e al benessere per realizzare e misurare lo sviluppo sociale ed economico". Secondo l'ONU misurare la felicità è un parametro per guidare le politiche degli Stati, dal momento che il PIL da solo non coglie tutti i fattori che incidono sulla qualità della vita dei cittadini. La ricerca della felicità, inoltre, è un diritto umano in quanto la felicità è un obiettivo e un'aspirazione comune a tutti gli uomini.

Quest'anno il Rapporto sulla felicità nel mondo 2021 si concentra sugli effetti del Covid-19. Il rapporto ha perseguito un duplice obiettivo: si è concentrato sulla qualità della vita delle persone e ha descritto e valutato come i governi hanno affrontato la pandemia. In particolare, ha spiegato perché alcuni Paesi hanno fatto molto meglio di altri.
L'Italia ha visto crescere il livello di felicità nel tempo
Nonostante le difficoltà affrontate durante la pandemia, l'Italia si posiziona al 25esimo posto, dimezzando la distanza dal vertice in soli cinque anni.

Registrati gratis per continuare a leggere questo articolo...

Registrati gratis ora!

L’informazione può essere pericolosa

Per questo al giornalismo della paura, preferiamo quello delle soluzioni.