In Italia sta avendo un successo crescente l’incontro di due mondi apparentemente distanti: giornalismo e teatro. I giornalisti, in questo caso, diventano veri e propri performer capaci di avvincere il pubblico, attraverso gli strumenti e le tecniche tipiche della narrazione. Col giornalismo a teatro, gli spettatori soddisfano la loro fame di comprensione degli avvenimenti in un modo più riflessivo, lento e raccontato rispetto al tumultuoso mare di informazioni che ci arriva addosso ogni giorno.

Il successo dei giornalisti a teatro

L’informazione e la narrazione possono intrecciarsi positivamente l’una all’altra. Il teatro, in tal senso, può diventare il luogo artistico ideale perché questo possa avvenire. S’instaura una comunicazione più diretta tra i giornalisti e il pubblico, ma anche più lenta. Giornalmente “subiamo” informazione o cerchiamo informazione ovunque, soprattutto attraverso i social.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

Una sollecitazione continua che non acquieta il bisogno di saperne di più, di capire cosa c’è dietro i fatti che ci vengono “buttati addosso”. Questo bisogno di approfondimento è per esempio il motivo del crescente successo dei podcast in Italia, come raccontiamo in questo articolo.

Dal podcast al palcoscenico il passo è breve

Il giornalista deve e può essere tale anche salendo sul palco, adottando tecniche dello storytelling, parola ormai chiave nel mondo della comunicazione.

Non bisogna pensare che il giornalismo a teatro porti ad una “spettacolarizzazione” dell’informazione. Al contrario, lo spettacolo rimane pur sempre forma con cui veicolare un contenuto, rispettato sempre nella sua oggettività.

Giornalismo e teatro: formula che funziona

All’estero, ancora più che in Italia, il giornalismo a teatro raggiunge la sua forma più compiuta, tramite prodotti editoriali di grande successo. In Francia, ad esempio, sono sempre più diffusi i Live magazine. Si tratta di giornali “viventi”, in cui il pubblico paga per ascoltare la notizia raccontata sul palco, non da un attore, ma dai giornalisti stessi. Il format viaggia con successo attraverso città come Parigi, Bruxelles e Milano.

Analogamente, in America, esiste la compagnia teatrale Storyworks. Si tratta di un collettivo di giornalisti, soprattutto investigativi, che narrano fatti di cronaca e attualità, mettendoli in scena.

Giornalismo a teatro: le buone conseguenze

L’impatto positivo sul pubblico, derivante dalla visione di questi spettacoli, è dimostrato da un interessante studio condotto dall’Università di Austin, in Texas. Le persone percepiscono il racconto giornalistico, attraverso la rappresentazione teatrale, come più veritiero e umano. Questo li porta anche ad avere maggiore fiducia nei confronti dei giornalisti stessi, attraverso un contatto diretto con professionisti dell’informazione mai sperimentato prima.

Attraverso monologhi, musiche ed effetti scenici, i giornalisti possono raccontare le notizie e le storie dal mondo che ci circonda, adottando strategie comunicative coinvolgenti. Il teatro diventa un altro mezzo potente di trasmissione dalle buona informazione.

Utilizzare la narrazione e la rappresentazione teatrale come forma di racconto, permette di riaccendere la curiosità di un pubblico che, oggi, viaggia tra le notizie in modo sempre più confuso e distratto. Il successo del giornalismo a teatro dimostra proprio come questa formula funzioni, contribuendo ad avvicinare di più il pubblico ai giornalisti.

Condividi su:
Avatar photo

Elena Musolino

Laureata in Lettere moderne, specializzata alla magistrale di Giornalismo e comunicazione multimediale. Particolarmente attenta ai temi ambientali, appassionata di cinema e amante della cultura, in tutte le sue forme. Aspirante pubblicista per Buonenotizie.it

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici