Le fasi del bonus per PC e internet per avere una connessione veloce e un computer o tablet a prezzo scontato

Acquistare PC o tablet e sottoscrivere l’abbonamento internet con uno sconto fino a 500€. È questo il contenuto del bonus PC e internet deciso dal Governo. Per ricevere il bonus PC e internet bisogna rivolgersi alle compagnie telefoniche aderenti. Al momento, queste ultime sono WindTre, Vodafone e Tim. A queste, poi, bisognerà consegnare il modulo di domanda, il proprio codice fiscale, un documento di identità valido e la certificazione ISEE.

L’intento del bonus è aiutare chi si trova in difficoltà economiche ad abbonarsi a tariffe internet casa a banda ultralarga e a comprare un PC o tablet a prezzi ridotti. Ciò avviene tramite la distribuzione di un voucher da 500€ o da 200€. Inoltre, è consentito l’utilizzo di un voucher per nucleo familiare. Vediamo insieme meglio di cosa si tratta.

Che cos’è il bonus PC e internet

Il bonus si caratterizza di due fasi. La fase 1 si riferisce all’incentivo valido sia per la sottoscrizione dell’abbonamento a internet sia per l’acquisto di PC o tablet solo dalle compagnie telefoniche che aderiranno all’iniziativa: è propriamente il bonus PC e internet.

La fase 2, invece, riguarda l’incentivo valido solo per i contratti internet: è il bonus “solo” internet. Queste 2 tranche sono chiamate “fasi” perché gli incentivi in un primo momento (o “fase”) sono destinati a chi non possiede né un PC né internet. Dopodiché, gli incentivi saranno limitati solo a chi non ha una connessione Internet o a chi non ce l’ha veloce perché inferiore a 30 Mbps.

Per entrambe le fasi, il nuovo abbonamento deve garantire una navigazione maggiore di 30 Mbps in download (per intenderci, è la velocità con cui si scarica un file) e di 15 Mbps in upload (cioè nel caricare i file su internet).

La fase 1, ovvero il bonus PC e internet

Nella fase 1 il valore del voucher è di 500€. Una quota potrà essere usata per l’acquisto di un PC o tablet dalla compagnia di telefonia fissa; la restante parte per la sottoscrizione dell’abbonamento internet casa. Per ricevere questo buono bisogna avere un ISEE minore di 20.000€.

Non è possibile comprare qualsiasi modello di PC o tablet con questo bonus. Infatti, questi dispositivi devono avere i requisiti definiti da Infratel. Il tablet o il PC scelto, poi, diventerà a tutti gli effetti di proprietà del sottoscrittore dell’abbonamento a un anno dalla sua firma.

La fase 2 ovvero il bonus “solo” Internet

Invece, nella fase 2 il voucher è di 200€. Questo sconto lo si potrà usare solo per gli abbonamenti Internet casa e non anche per comprare PC o tablet. Per ottenerlo, l’ISEE deve essere di massimo 50.000€.

I requisiti minimi del bonus

Come si legge nel testo del decreto, l’agevolazione è erogata per fornire servizi di connettività ad almeno 30 Mbps in download a tutte quelle famiglie che non hanno alcun contratto internet o che ne hanno già uno ma con velocità inferiore a 30 Mbps in download.

Che fare in quest’ultimo caso, e cioè se si ha già un’abbonamento con velocità ridotta? La risposta è riportata nel testo della Gazzetta Ufficiale: “Nel caso in cui l’unità abitativa sia servita da più di un’infrastruttura a banda ultra larga, i beneficiari del contributo devono stipulare contratti per i servizi di massima velocità di connessione ivi disponibili, potendo a tal fine rivolgersi sia all’operatore che gli fornisce il servizio tramite il contratto vigente al momento della richiesta del contributo, sia ad altro operatore”.

In poche parole, se si hanno già uno o più abbonamenti Internet per usare il bonus bisognerà sottoscrivere un nuovo contratto con la stessa compagnia telefonica a cui si paga già l’abbonamento o con altre compagnie. L’importante, però, è che il nuovo abbonamento che si andrà a sottoscrivere abbia una connessione della massima velocità possibile. In questo caso, bisognerà inviare copia del contratto che si ha già insieme a tutti gli altri documenti necessari per attivarne uno nuovo.

Fino a un anno di internet gratis

Secondo lo studio di SosTariffe.it, le offerte Internet casa presenti sul mercato richiedono di pagare mediamente 386€ all’anno, cifra che comprende sia il canone sia il costo di attivazione della linea. Dei 500€ previsti per la fase 1, si possono usare per le offerte Internet casa al massimo 400€. Perciò, questi ultimi permettono di coprire interamente il costo di un anno di abbonamento internet domestico. Per l’acquisto del PC o tablet, invece, si può spendere da un minimo di 100€ a un massimo di 300€.

Riguardo la Fase 2, poiché in questo caso il valore del bonus è inferiore (cioè pari a 200€), si avranno solo 6 mesi di abbonamento internet gratis. Per entrambe le Fasi l’abbonamento sottoscritto deve durare almeno un anno.

Le compagnie telefoniche aderenti al bonus PC e internet e come accedervi

Sarà Infratel, la società statale incaricata dal Governo per sviluppare la banda larga e ultralarga in Italia, a pubblicare e aggiornare sul proprio sito l’elenco delle aziende aderenti al bonus. Le compagnie telefoniche coinvolte inizieranno a proporre da novembre offerte in linea con i requisiti.

In linea generale, per poter ricevere il voucher bisognerà visitare le pagine internet dedicate al bonus delle compagnie telefoniche e seguire le istruzioni. Questo incentivo si applica solo sulle offerte internet casa. Attualmente sono tre le aziende di telefonia fissa con offerte in linea con il bonus PC e internet:

WindTre ha una pagina internet dedicata al bonus. Le offerte proposte saranno in linea con la Fase 1. In questa pagina bisogna inserire i propri dati, tra cui l’ISEE, per essere ricontattati e ricevere tutti i dettagli per usufruire dell’incentivo.

Anche Tim ha un’area del proprio sito dedicata al voucher di 500€. Tramite il collegamento “Chiamami gratis” (da usare solo se si ha un ISEE inferiore a 20.000€) si verrà contattati dall’azienda che fornirà tutte le informazioni utili per usufruire dell’incentivo.

Per Vodafone il meccanismo è simile a quello degli altri operatori. Qui c’è anche la possibilità di scaricare la domanda di ammissione al contributo, da compilare e inviare poi all’azienda.

Quando richiedere il bonus PC e internet

I tempi per poter richiedere l’incentivo variano a seconda delle fasi. L’incentivo per la fase 1 (cioè il bonus PC e internet) lo si può richiedere a partire dal 9 novembre. Invece, per la fase 2 si dovrà ancora aspettare.

Leggi anche:

PIL o benessere? Ecco perché occorre puntare sulla qualità della vita

Superbonus 110%: nuove agevolazioni da ottobre

Il Bonus Cultura spiegato in pillole

Vacanze anche in autunno, grazie a smart working e bonus vacanze

UNISCITI A NOIScopri finalmente come informarti senza allarmismo, titoli strillati e fake news!