Dopamina, serotonina, endorfine e ossitocina sono i così detti “ormoni della felicità”. Il rilascio di queste sostanze chimiche non è sempre un processo automatico, a volte infatti vengono prodotti dal nostro corpo in conseguenza a precisi stimoli che il nostro cervello riceve.

Come possiamo stimolare questi ormoni in modo naturale nella nostra vita quotidiana? Ecco alcuni suggerimenti.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

Quella sensazione di benessere provocata dai nostri ormoni

Tutti siamo alla costante ricerca della felicità, ritenendo spesso che sia qualcosa di esterno, quando invece la possiamo stimolare dall’interno. Questo grazie a quelli che sono chiamati “ormoni della felicità” ossia dei veri e propri potenti alleati del benessere.

Sono dei neurotrasmettitori identificati come messaggeri chimici prodotti dal cervello in risposta ad un determinato impulso esterno e messi in circolazione dal sistema sanguigno. Arrivando in diverse parti del corpo attivano specifiche sensazioni capaci di influenzare il nostro comportamento.

Ridere con amici

Ridere fa aumentare il rilascio di endorfine, il benessere fisico ne gioverà!_pexels

La quantità di ormoni rilasciata dipende dal tipo di attività o cibo ingerito ricadendo sul proprio stato d’animo.

È dunque possibile essere artefici della propria felicità andando semplicemente a stimolare questi messaggeri del benessere? La risposta è sì, l’importante è conoscere quando questi piccoli corrieri si mettono in moto e stimolare in maniera naturale il loro rilascio.

I principali ormoni della felicità: quali sono e come si manifestano

Diversi studi scientifici hanno constatato quanto questi ormoni abbiano effetto sul nostro umore. Ad esempio: uno studio condotto presso l’Università della California, Davis, ha scoperto che tenere un diario della gratitudine può aumentare i livelli di serotonina; mentre, una ricerca pubblicata sulla rivista “Biological Psychiatry” ha dimostrato che l’ossitocina aumenta la fiducia reciproca e la cooperazione durante le interazioni social.

La rivista “Medicine and Science in Sports and Exercise”, invece, ha evidenziato che l’attività fisica aerobica aumenta la concentrazione di endorfine nel cervello, migliorando l’umore e riducendo lo stress. Questi sono solo alcuni esempi di studi condotti sugli ormoni della felicità. Ci sono numerosi altri esperimenti e ricerche in corso che continuano a contribuire alla nostra comprensione di come questi neurotrasmettitori influenzino il nostro umore e il nostro benessere emotivo. Ma vediamoli nello specifico.

La dopamina ricompensa. Stimolata quando si raggiunge un obiettivo, si ascolta la propria musica preferita, si fa meditazione o quando si soddisfano desideri come mangiare il proprio cibo preferito. È anche causa di eccitazione durante l’attesa di un risultato o un evento importante. Troppa aumenta l’ansia, troppo poca causa stanchezza. L’alimentazione alleata è quella ricca di proteine e Omega-3.

La serotonina è antidepressiva. Regolatore emotivo per noi fondamentale. Riduce lo stress e aumenta l’euforia regalando voglia di vivere. Aumenta la memoria e l’apprendimento mentre a bassi livelli produce emicrania e depressione. Ananas, formaggi, uova e salmone aiutano il suo naturale rilascio.

Le endorfine rafforzano. Famose per essere la nostra morfina naturale. Non solo aumentano la tolleranza al dolore ma hanno una grande capacità regolatrice nei momenti di maggior stress. Vengono inoltre rilasciate maggiormente dopo una corsa o dopo un’attività di divertimento facendoci sentire soddisfatti ed euforici.

L’ossitocina è l’ormone dell’amore. Rilasciata dall’ipotalamo nella circolazione sanguigna aiuta il parto, post-parto e allattamento. Ma non solo: migliora le relazioni. In quanto animali sociali cerchiamo di non isolarci per non essere indifesi e facili prede. Nel momento in cui stringiamo rapporti, questo ormone ci regala un senso di benessere. Il contatto fisico, l’ascolto verso gli altri e le coccole col proprio animale domestico, favoriscono il suo rilascio.

Come stimolare naturalmente i neurotrasmettitori della felicità

Felicità

Una pizza con gli amici ed è subito picco di dopamina e ossicina_pexels

Il nostro stile di vita ha un impatto importante per quanto riguarda la liberazione di questi ormoni. Trovare il tempo per noi stessi è fondamentale per il loro rilascio. Ecco dunque alcuni accorgimenti che possono aiutare ad alimentare uno stato di benessere quotidiano:

Praticare la gratitudine stimola la serotonina. Mentre praticare sport fa salire il livello di endorfine che aumentano all’incirca del 500% sia negli uomini che nelle donne. Infatti è per questo che a fine attività si entra in uno stato di euforia e benessere. Ma anche ridere tanto. Questo atto mette in funzione muscoli che smesso non vengono attivati e che danno una piccola scarica sempre di endorfine.

Prefiggersi piccoli obiettivi fattibili tutti i giorni. Il raggiungimento di questi sarà come assumere una dose quotidiana di dopamina. Stesso risultato se organizziamo qualcosa come un viaggio o un evento e mettiamo in pratica la nostra creatività.

Concedersi un bagno caldo con candele profumate o crearsi un’oasi di benessere in casa propria risveglierà l’ossitocina invece.

Come abbiamo visto la felicità abita già dentro di noi, basta solo imparare a conoscerla e farla emergere.

Relax

Non c’è nulla di meglio che un bagno caldo con candele profumate per aumentare i livellli di dopamina_ pexels

Condividi su:
Avatar photo

Laura Corona

Aspirante giornalista laureata in Lettere. Scrivo di Cultura e Lifestyle collaborando con BuoneNotizie.it, grazie al laboratorio di giornalismo per diventare giornalista pubblicista

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici