Il vaccino cubano Soberana 02 potrebbe essere distribuito anche ai turisti.

In tutto il mondo il Covid e le sue varianti continuano a mietere contagi e vittime. Gli Stati europei inseguono le aziende farmaceutiche affinché vengano rispettati i piani di consegna delle dosi vaccinali. Una buona notizia arriva da Cuba: il vaccino Soberana 02 inizierà tra pochi giorni la fase III di sperimentazione clinica.

Il Soberana 02

Il vaccino cubano Soberana 02, prodotto dall’Istituto Finlay, dovrebbe accedere alla terza ed ultima fase di sperimentazione il prossimo 1° marzo. Le autorità cubane hanno annunciato che, una volta approvato, sarà disponibile per tutti gli 11 milioni di abitanti dell’isola. Non solo, potrebbe essere distribuito anche ai turisti che andranno in vacanza a Cuba. “Non siamo una multinazionale che considera una priorità il profitto economico – ha sottolineato Vicente Vérez Bencomo, incaricato dello sviluppo del vaccino e direttore dell’Istituto Finlay  – il nostro obbiettivo è creare salute”. La distribuzione del vaccino cubano avrà quindi una strategia di distribuzione molto diversa rispetto agli altri vaccini. Vérez ha inoltre dichiarato che il vaccino “è sicuro e ha dimostrato un elevato potere di immunizzazione. Induce una memoria immunitaria di lunga durata che, oltre a produrre anticorpi, fa in modo che questi siano durevoli.”

Attiva la tua membership e ricevi buone notizie ogni settimana!Non perderti questa Offerta Limitata (solo per i primi 100)
  • Newsletter settimanale
  • Sconti sui prossimi eventi live
  • eBook gratuiti

Sperimentazione del vaccino cubano

L’ultima fase di sperimentazione del vaccino cubano (fase III) prevede l’utilizzo di 150 mila dosi su 42.600 volontari; potrebbero infatti essere necessarie tre dosi per una neutralizzazione totale del virus. Le aspettative sembrano davvero ottime, così alte che il direttore dell’Istituto Finlay ha già annunciato pubblicamente che in aprile si avvierà la produzione di un primo lotto da 100.000 dosi. L’obiettivo finale che si sono preposti a Cuba è di produrre 100 milioni di dosi, da esportare dopo aver raggiunto l’immunità sull’Isola.

Lo stesso Istituto Finlay sta sviluppando anche il vaccino Soberana 01, attualmente in Fase II di sperimentazione. Il Centro di Ingegneria e Biotecnologia cubano contemporaneamente sta testando altri due vaccini: Abdala e Mambisa.

Quarantena obbligatoria in un Paese che cambia radicalmente

In questo periodo di pandemia, i viaggiatori internazionali che arrivano sull’Isola di Cuba sono obbligati a rispettare un periodo di quarantena in attesa dei risultati del test anti-Covid da effettuare all’arrivo nel Paese. Come spiegato da Francisco Duran Garcia, direttore nazionale di Epidemiologia del Ministero della Salute Pubblica, dall’aeroporto i viaggiatori cubani vengono trasportati in un centro di isolamento, dove restano fino all’arrivo del risultato del test Pcr. Stranieri e cubani non residenti devono rispettare la stessa profilassi, ma l’isolamento avviene in strutture alberghiere a loro spese.

La pandemia da Covid-19 sta cambiano l’intera economia di Cuba. Il Covid ha provocato, come in molti stati, una gravissima crisi del settore turistico: l’unico, a Cuba, in grado di evitare la povertà a migliaia di famiglie. Per contrastare la crisi economica, il Governo ha di fatto cancellato l’economia statalizzata: le tipologie di attività che da questa pandemia in poi potranno essere gestite da imprese private sono passate da 127 a oltre 2.000. Solo una minoranza di settori strategici (124 in tutto) saranno ancora riservati allo Stato: in primis salute e ricerca scientifica.

 

Leggi anche:

La corsa di Cuba verso un vaccino di cui si parla poco

Vaccino Covid: a chi giova questo reality della fialetta?

Perché il vaccino Covid-19 è la più grande impresa nella storia della scienza

ISCRIVITI SUBITO ALLA NEWSLETTER e RICEVI L'ESTRATTO GRATUITO del primo libro mai scritto in Italia sul Giornalismo Costruttivo!