Il suicidio è la seconda causa di morte dei giovani in Unione Europea, inferiore solo agli incidenti stradali. Le possibili risposte, secondo l'UNICEF.
L'UNICEF  ha pubblicato un documento di analisi de La condizione dell’infanzia nel mondo: Nella mia mente. Il rapporto indica il numero dei decessi per suicidio tra i cittadini europei di età compresa tra i 10 e i 19 anni.  A fronte di questo dato allarmante, si avanzano alcune misure di prevenzione e contrasto del fenomeno che vengono ritenute prioritarie. A muoversi sono le istituzioni dell'UE che hanno presentato l'estratto europeo del rapporto in un convegno, tenutosi alla presenza della regina del Belgio.
I giovani e la salute mentale
1 adolescente su 7 soffre di un disturbo mentale accertato. Nel 40% dei casi si tratta di ansia e depressione. Le percentuali più alte di disturbi diagnosticati si concentrano in Medio Oriente, Nord Africa, Nord America ed Europa Occidentale. A questi dati sono collegati quelli sul suicidio, diventato una delle prime cinque cause di morte per i giovani. Ogni anno, infatti, muoiono 46.000 adolescenti. Terza causa di morte più comune per le ragazze tra i 15 e i 19 anni e quarta per i loro coetanei maschi. La situazione si è acuita con il Covid-19: 1 bambino su 7 ha vissuto l'esperienza del lockdown e circa 1,6 miliardi di bambini hanno perso in parte la loro istruzione, col conseguente stravolgimento della vita quotidiana.
La salute mentale dei giovani in Europa
Secondo l'indagine il . . .

Registrati gratis per continuare a leggere questo articolo...

Registrati gratis ora!

L’informazione può essere pericolosa

Per questo al giornalismo della paura, preferiamo quello delle soluzioni.