Negli ultimi anni il turismo sostenibile, anche detto “ecoturismo“, è cresciuto molto nel nostro Paese, con un’offerta sempre più ricca di servizi green ed eco friendly. Le strutture ecologiche a basso impatto ambientale e i tour che valorizzano i prodotti di agricoltura biologica dei territori sono sempre più diffusi; così come le spiagge prive di plastica o le offerte di attività escursionistiche che promuovono l’idea di un turismo a basso impatto.

Che cos’è il turismo sostenibile?

Secondo la definizione ufficiale data dal WTO – l’Organizzazione mondiale del turismo – per turismo sostenibile si intende quella forma di turismo che: “soddisfa i bisogni dei viaggiatori e delle regioni ospitanti e allo stesso tempo protegge e migliora le opportunità per il futuro“.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

Esistono molteplici modalità di viaggio che appartengono a questa categoria. Tra queste:

  • L’ecoturismo ha l’obiettivo di impattare il meno possibile sull’ambiente, prestando particolare attenzione a non inquinare e a sfruttare le risorse locali.
  • Il turismo partecipativo mira a unire turisti e abitanti del posto affinché i primi possano partecipare attivamente alla vita locale e i secondi siano coinvolti nella promozione del territorio.
  • Il turismo equo e solidale presta particolare attenzione al sostegno e allo sviluppo delle comunità locali in difficoltà.
  • Il turismo comunitario punta a creare un legame stretto tra viaggiatore e comunità locali. Gli abitanti sono responsabili e promotori delle esperienze turistiche e sono i primi a beneficiare delle ricadute positive sull’economia locale.

Il turismo sostenibile in Italia

Negli ultimi anni sono sempre di più le persone che scelgono per le proprie vacanze una tipologia di viaggio attenta al rispetto dell’ambienteUna recente ricerca di Deloitte in collaborazione con AICEO, ha analizzato l’impatto della sostenibilità sulla filiera del turismo italiano, coinvolgendo i consumatori italiani e i principali operatori del settore.

Per quanto concerne i consumatori, si può notare che viaggiare in maniera sostenibile si sta confermando un trend in crescita.

Le considerazioni su ambiente e sostenibilità influenzano le scelte di viaggio del 64% dei turisti intervistati (percentuale che sale fino al 71% quando si parla della Generazione Z).

Per il 60% degli intervistati l’ecoturismo si associa alla tutela del territorio, mentre per il 52% all’utilizzo di mezzi di trasporto in grado di produrre un impatto minore. Inoltre il 63% dei turisti sceglie mete locali e punta a rivalutare i borghi italiani. Rilevanti anche le percentuali di coloro che scelgono ristoranti che offrono prodotti a km zero (45%) o che si affidano a tour operator del posto per le escursioni, prestando particolare attenzione a dare priorità ad attività rispettose dell’ambiente (41%).

Dal punto di vista degli operatori del settore, queste scelte da parte dei turisti implicano un adeguamento dal punto di vista delle offerte e della comunicazione. Infatti, per il 71% dei turisti intervistati, le agenzie di viaggio e i siti di booking devono migliorare la segnalazione di strutture con certificazioni in ambito sostenibilità, dato che il 30% degli utenti ha dichiarato di aver reperito con difficoltà tali informazioni. Pertanto, il 68% degli intervistati ha indicato la necessità di creare un portale di turismo sostenibile: questo perché quasi la metà degli interessati (47%) ha dichiarato che le informazioni su una struttura ricettiva in materia di ambiente e sostenibilità impattano molto sulla scelta dell’alloggio.

Cosa possiamo fare per rendere questo settore più sostenibile?

Nella pianificazione dei viaggi si possono adottare degli accorgimenti per rendere le proprie vacanze sostenibili. Prima di tutto, per ridurre il nostro impatto sull’ambiente, bisogna fare attenzione ai mezzi di trasporto che si utilizzano per gli spostamenti. L’ideale sarebbe viaggiare con mezzi di trasporto ecologici come treni, autobus e tram oppure auto elettriche o ibride.

Anche la scelta dell’alloggio è di fondamentale importanza: le strutture turistiche green sono quelle che si adattano meglio al paesaggio senza stravolgerlo come campeggi, agriturismi, cascine o alberghi diffusi e bed & breakfast. Inoltre è consigliabile scegliere strutture costruite architettonicamente in modo sostenibile, ovvero con materiali naturali che abbiano dei sistemi di raccolta e gestione di acqua e rifiuti dedicata.

Un altro modo per rendere la propria scelta di viaggiare più sostenibile è favorire l’economia, le tradizioni e l’artigianato locale. Le comunità locali dovrebbero essere le prime a beneficiare del turismo. L’artigianato deve essere salvaguardato, tuttavia bisogna stare attenti ai souvenir. In alcune parti del mondo infatti potrebbero essere fabbricati con specie animali o vegetali a rischio estinzione.

Infine, per salvaguardare l’ambiente, è sconsigliabile l’utilizzo di bottigliette di plastica, tubetti di crema, cosmetici ecc. Usando alternative salvaspazio e sostenibili è possibile rendere il viaggio meno impattante. Inoltre è preferibile scegliere prodotti realizzati in loco a km zero e biologici, per promuovere l’economia locale e gustare in modo sostenibile.

Leggi anche

Casa Green: in Italia cresce l’interesse e aumentano del 10% gli edifici sostenibili

Comuni sempre più green: le iniziative sostenibili di maggior successo

In città non si respira aria pulita: cosa stiamo facendo per ridurre l’inquinamento?

Condividi su:
Avatar photo

Giulia De Giacinto

Giulia De Giacinto. Appassionata di Motorsport, in particolare di Formula 1; mi piace raccontare le sue connessioni con la sostenibilità e storie di grande ispirazione. Attualmente scrivo per BuoneNotizie.it grazie al laboratorio di giornalismo per diventare giornalista pubblicista. Aspirante pubblicista, scrivo per BuoneNotizie.it grazie al laboratorio di giornalismo per diventare giornalista pubblicista.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici