In barba al Covid, il 22 maggio sarà inaugurata a Venezia la Biennale Architettura 2021. Ecco tutto quello che c'è da sapere.
Dopo un ritardo di un anno – causa coronavirus – la 17. Mostra internazionale di Architettura avrà data di inaugurazione giorno 22 maggio. L'evento culturale più atteso dell'anno, dal titolo emblematico How we will live together?, sarà curato dall'architetto libanese Hashim Sarkis. Il tema giocherà sulla riflessione tra inclusione e complessità sociale, e lancerà una call to action a tutti gli ospiti e i visitatori per un rinnovato abitare insieme. Cosa aspettarsi dunque nel padiglione Italia della Biennale Architettura 2021 e quali le novità?
How we will live together?
La Biennale Architettura 2021 ospiterà, con tutte le dovute precauzioni come distanziamento sociale e mascherine obbligatorie, 112 partecipanti provenienti da 46 Paesi per una durata di 6 mesi di apertura (22 maggio/21 novembre 2021). I padiglioni saranno distribuiti tra i Giardini e l'Arsenale della Biennale e – novità assoluta di questa edizione – tra le 61 partecipazioni nazionali si aggiungeranno per la prima volta l'Iraq, la Repubblica dell'Uzbekistan e Grenada.

Non manca l'ironia del curatore Hashim Sarkis, che in conferenza stampa ricorda quando scelsero il titolo dell'evento, pochi mesi prima dell'inizio dei lockdown. «Tuttavia – asserisce il curatore – sono proprio le ragioni che inizialmente ci hanno portato a porre questa domanda, l’intensificarsi della crisi climatica, i massicci spostamenti di popolazione, le instabilità politiche in tutto il mondo e le crescenti disuguaglianze razziali, sociali ed economiche, a condurci verso . . .

Registrati gratis per continuare a leggere questo articolo...

Registrati gratis ora!

L’informazione può essere pericolosa

Per questo al giornalismo della paura, preferiamo quello delle soluzioni.