I festival della letteratura previsti tra la fine di maggio e tutto il mese di giugno saranno occasioni per incontrarsi finalmente in presenza, parlare di libri, ma non solo. In programma ci sono infatti anche laboratori di scrittura, dibattiti di attualità e spettacoli musicali. Su tutto il territorio nazionale i visitatori potranno scoprire e apprezzare  le bellezze del territorio e condividere la passione per la lettura e la cultura in generale all’interno di questi eventi letterari. Buonenotizie.it ne ha selezionati alcuni.

“ScitturRa Festival”: la letteratura come esperienza

Il festival di Ravenna si terrà fino al 12 giugno, coinvolgendo, oltre al capoluogo, anche il Comune di Lugo di Ravenna. Tra gli ospiti presenti Joe R. Lansdale, Eshkol Nevo, Paco Ignacio Taibo II (Francisco Ignacio Taibo Mahoio), Gianrico Carofiglio, Nina Zilli. Nato nel 2014, il festival, oltre a essere una rassegna dedicata alla scrittura con seminari specifici, è occasione d’incontro tra lettori e autori, ma anche di mostre e spettacoli teatrali. L’obiettivo principale è dare visibilità a Ravenna come uno dei centri storici con più librerie d’Italia e come città legata agli autori Dante e Byron. All’interno di questa rassegna la lettura diventa un’esperienza di valore, un momento di condivisione e di crescita per tutti i partecipanti.

“La città dei lettori”, il festival toscano dei libri

Giunto alla sua 5° edizione, il festival toscano “La città dei lettori” partirà il 9 giugno, coinvolgendo 12 Comuni toscani, tra cui Firenze, Grosseto, Arezzo e Lucca in 80 eventi distribuiti in 27 giornate, fino al mese di ottobre. Tra le novità in programma per l’edizione 2022, il doppio appuntamento con i finalisti del Premio Strega, ospiti internazionali come Luc Lang, Itamar Orlev, Oliver Guez e protagonisti dello spettacolo e della letteratura come i cantanti Francesco Guccini e Piero Pelù e gli scrittori Roberto Saviano e Fabio Genovesi.

Festival della letteratura in Sicilia: da “A Tutto Volume “a “Taobuk”

Per la Sicilia quello di giugno sarà un mese intenso, ricco di incontri e condivisioni all’insegna della cultura. Sono infatti in programma la 13° edizione di “A Tutto Volume” di Ragusa (dal 9 al 12 giugno) e la 12° edizione del “Taobuk” di Taormina (dal 16 al 20 giugno). Tra gli ospiti che saranno presenti a Ragusa, lo storico Luciano Canfora, l’attore Paolo Calabresi, la conduttrice televisiva Daria Bignardi e il giornalista Sergio Rizzo. “Un’edizione per tornare a vivere le piazze, che ci farà riappropriare del piacere di stare insieme senza limitazioni e che simboleggia la rinascita“, ha spiegato il direttore artistico ragusano, Alessandro Di Salvo. Oltre alla letteratura, saranno trattati temi di attualità grazie al contributo degli editorialisti dei principali quotidiani italiani.

A quattro giorni dalla fine di “A Tutto Volume”, partirà il “Taobuk”  di Taormina, quest’anno incentrato sul tema della verità, e ospiterà i vincitori del Taobuk Awards 2022, gli scrittori Paul Auster e Michel Houellebecq e il Premio Nobel per la Fisica 2021, Giorgio Parisi. “La verità, tema scelto per questa edizione, racconta una ricerca che ben esprime le contraddizioni del nostro tempo e si colloca alla radice della conoscenza”, ha affermato il direttore artistico Antonella Ferrara. “Il festival si spinge a fondo, dalla letteratura travalica e interseca altri campi, arti e scienze, per contemplare punti di vista allargati sul mondo. Un festival importante che prova a restituire delle risposte mai assolute, attraverso punti di vista complessi; un confronto ricco per porre le basi di un futuro dove letteratura, arte, economia e scienza possano dettare la visione di un comune sentire.”

“Mare di libri”, il festival della letteratura per gli adolescenti

Tornerà dal 17 al 19 giugno a Rimini il “Mare di libri”, primo festival della letteratura in Italia dedicato unicamente agli adolescenti. Un festival che fa incontrare giovani coetanei per condividere la loro passione per i libri e conoscere autori nazionali e internazionali ed è realizzato non solo per adolescenti, ma anche da adolescenti. Sono infatti oltre 100 i volontari delle scuole medie e superiori che divisi in squadre svolgono mansioni legate alla gestione del festival, dalla vendita di libri e biglietti per eventi al coordinamento di giochi e laboratori e accoglienza di autori e ospiti. Non solo, sono gli stessi volontari a occuparsi, insieme a un ristretto gruppo di adulti, della direzione artistica del festival e della comunicazione, sia web che tradizionale.

Tra gli autori che interverranno Fabio Geda, Manlio Castagna, Davide Morosinotto, Giuseppe Catozzella, Nadeesha Uyangoda e Igiaba Scego, queste ultime rispettivamente originarie dello Sri Lanka e della Somalia, ma residenti a Monza e Roma.  Entrambe terranno un incontro dal titolo “Parole in dialogo bianco”, trattando il tema del colore della pelle e i relativi pregiudizi e implicazioni. Ogni giorno si terranno degli incontri di lettura con Daniele Aristarco, autore di “Perché ci ostiniamo a leggere (e far leggere) i classici”. Previsto anche il dibattito dal titolo “Ci piace leggere…il sesso”, per fare il punto sulla rappresentazione del sesso nei libri per ragazzi, a cura degli autori Chiara Codecà, Fabio Geda e Cristina Obber. Nel corso delle tre giornate ci saranno due tributi importanti, dedicati rispettivamente alla fisica Margherita Hack e al giudice Giovanni Falcone, in occasione del 30° anniversario della strage di Capaci. La manifestazione si concluderà presso il Teatro degli Atti con un evento a sorpresa.

“Gita al faro: 5 scrittori per raccontare Ventotene

Dal 22 al 25 giugno a Ventotene si svolgerà l’11° edizione del festival letterario “Gita al faro”. Il festival consiste nel coinvolgimento di 5 scrittori  che vivranno e scopriranno l’isola, in particolare Santo Stefano e il suo carcere borbonico, al fine di scrivere un racconto ispirato a questi luoghi così significativi a livello nazionale e internazionale. La settimana che trascorreranno i cinque protagonisti sarà scandita dalla scoperta del patrimonio storico-artistico del territorio, da presentazioni presso la libreria, da momenti di condivisione e confronto tra gli scrittori intorno alla letteratura e alla cultura in genere. Durante il fine settimana il festival si apre al pubblico per la lettura dei racconti, accompagnata da musiche composte per l’occasione dal pianista e compositore Valerio Vigliar. Il festival persegue l’obiettivo di promuovere la cultura nel nostro Paese e di rilanciare Ventotene e Santo Stefano: a Ventotene, infatti, nacque il documento per la promozione dell’unità europea redatto da Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi, al confino sull’isola negli anni’40.

Festival della letteratura sul lago di Garda: “GardaLo!”

Nato dall’idea di Giordano Bruno Guerri, Presidente del Vittoriale, “GardaLo!”è un festival culturale che coinvolgerà la sponda lombarda del Lago di Garda dal 24 al 26 giugno. L’edizione pilota di questo festival sarà aperta negli spazi del Parco del Vittoriale. A concludere le giornate del sabato e della domenica saranno due spettacoli all’Anfiteatro del Vittoriale. “Un festival che porterà bellezza, intelligenza, divertimento e scoperte attraverso i punti fondamentali della rinascita: la formazione di bambini e giovani, la scuola, il rapporto città-abitanti, l’economia nelle sue forme più dinamiche (le start up)“. Ad affermarlo è lo stesso Guerri, che anticipa le intenzioni future del festival: affiancarsi l’anno prossimo a Bergamo Brescia 2023 Capitale della Cultura con dieci giorni di eventi in tutte le città lombarde, e il progetto finale “GardaGa”, con il cambio del nome e il coinvolgimento delle sponde delle altre due regioni, Veneto e Trentino Alto-Adige.

Leggi anche:

Francesco Bia

Francesco Bia

Docente di lettere e aspirante pubblicista. Ho collaborato per sei anni con due settimanali locali scrivendo di attualità, cultura, spettacolo, cronaca e sport. Oggi collaboro con BuoneNotizie.it grazie al laboratorio di giornalismo per diventare giornalista pubblicista.

Vuoi diventare giornalista?

Sei un aspirante pubblicista, ma non hai ancora trovato editori disposti a pagare i tuoi articoli?

Scopri di più