Dal 1997, la città di Mantova è teatro di uno dei festival culturali più attesi dell’anno in tutta Italia: il Festivaletteratura, che nel 2022 è arrivato alla sua ventiseiesima edizione. Dal 7 all’11 settembre la città ospiterà incontri con autori italiani e stranieri, spettacoli, concerti, reading e percorsi a tema: letteratura, comunicazione e informazione, scuola e formazione, questione ambientale e parità di genere sono solo alcuni dei grandi argomenti che verranno approfonditi e dibattuti nel corso dei cinque giorni full-immersion.

I biglietti sono acquistabili esclusivamente online sul sito del festival dalle ore 9 di venerdì 2 settembre (o da mercoledì 31 agosto per i soci). In caso di cancellazione di uno o più eventi prenotati è previsto il riaccredito del costo netto del/dei biglietto/i. Per quanto riguarda le misure anti-Covid, queste saranno comunicate direttamente sul sito del Festivaletteratura 2022.

Gli eventi in programma

Tra i macro-temi protagonisti del Festivaletteratura 2022 c’è, tra i più importanti, quello della questione ambientale. Con il progetto “Consapevolezza verde”, il festival vuole sensibilizzare su questo argomento tanto sentito con laboratori, approfondimenti, lezioni e spettacoli che avranno luogo per tutta la durata dell’evento. “Attraversando il fragile cuore dell’Amazzonia”, ad esempio, avrà luogo giovedì 8 settembre alle 14.30 presso l’Aula Magna dell’Università e si pone come obiettivo quello di raccontare la bellezza e la fragilità della natura con gli occhi, e con le parole, di poeti, fotografi e artisti.

Un altro importante macro-tema che sarà approfondito durante l’evento, in più di una conferenza, è quello della scuola. Con il progetto “Una scuola al quadrato” il festival intende: “Elevare a potenza la riflessione sulla scuola avviata lo scorso anno […] attraverso un’azione partecipata che punta a coinvolgere tutto il pubblico del Festival e una serie di conversazioni con pedagogisti, maestri, storici dell’educazione per allargare la prospettiva di pensiero sulla scuola presente e futura”.

Spazio anche alla questione dei social network, che sarà affrontata da più punti di vista, come quello delle sue potenzialità – “Fumetto e social”, venerdì 9 settembre ore 16.30 presso Piazza Leon Battista Alberti – ma anche quello degli aspetti negativi di un mondo troppo interconnesso sul web – “Social generation”, giovedì 8 settembre ore 19.15 presso Museo Diocesano.

I “formati speciali” del Festival

Durante il Festivaletteratura 2022 si svolgeranno alcuni eventi in “formati speciali”, alcuni di vecchia data e altri pensati più recentemente, per rendere ancora più dinamica questa edizione. Interessante, in particolare, è il Furgone Poetico, un programma itinerante di letture; lungo un percorso prestabilito, questo furgone effettuerà alcune soste in cui un poeta scenderà per tenere un breve reading, leggendo rime proprie o altrui, parte di un unico discorso poetico.

Un altro esempio di “formato speciale” è Lavagne: “Lezioni en plein air su principi, questioni, teoremi, linguaggi delle più disparate discipline scientifiche. Rapide e ficcanti dissertazioni non accademiche, per argomentare le quali ogni docente dispone soltanto di un pezzo di gesso, di una tradizionale lavagna d’ardesia e dell’attenzione del pubblico tutto intorno”.

Festivaletteratura: nel 2022 si torna in presenza e a pieno regime

Mattia Palazzi, sindaco di Mantova, ha dichiarato: “Questa edizione svilupperà ulteriormente un tema già caro al Festivaletteratura, quello dell’ecologia e della sostenibilità ambientale, dando seguito a progetti abbracciati negli anni passati e ponendosi come organizzazione nuovi obiettivi, coinvolgendo gli operatori e più in generale il mondo della cultura e dell’arte.” Dopo due anni in cui il Festival non si è compiuto come di consueto, a causa della pandemia, questa edizione sarà quindi particolarmente significativa non solo perché si propone di abbracciare temi delicati e attuali, ma anche perché tornerà a svolgersi in presenza e a pieno regime.

Il Festivaletteratura 2022 presenta un programma ricco e molto diversificato. Verranno affrontati argomenti di attualità tra i più disparati (spazio anche alla questione della guerra in Ucraina e a temi legati alla parità di genere) e verranno ospitati autori di fama nazionale e internazionale per dare vita a un evento culturale tra i più importanti del paese.

Sofia Greggio

Sofia Greggio

Sofia Greggio, aspirante pubblicista, scrivo per BuoneNotizie.it grazie al laboratorio di giornalismo per diventare giornalista pubblicista. E tu cosa stai aspettando?

Vuoi diventare giornalista?

Sei un aspirante pubblicista, ma non hai ancora trovato editori disposti a pagare i tuoi articoli?

Scopri di più