Secondo la definizione di Treccani, la religione è un “complesso di credenze, sentimenti, riti che legano un individuo o un gruppo umano con ciò che esso ritiene sacro, in particolare con la divinità”. Basandosi su questa spiegazione, datare l’origine del concetto di religione non è possibile: essa nasce quando nasce l’essere umano; come riteneva il famoso storico delle religioni Mircea Eliade, infatti, il sentimento religioso fa parte dell’uomo. Oggi la religione permea la società, se non allo stesso modo del passato, con la stessa intensità. Il 5 dicembre 2022 è uscito il libro di Papa Francesco “Un’enciclica sulla pace in Ucraina” contenente tutti i discorsi del pontefice per la fine del conflitto, a dimostrazione di quanto ancora la religione e i suoi simboli siano tenuti in considerazione dalla collettività. Di seguito una breve guida alle religioni più diffuse al mondo.

Le tre religioni più diffuse al mondo al 2022

Sebbene non sia possibile conoscere l’esatto numero di fedeli per ogni religione, è invece noto che la più diffusa nel mondo al 2022 sia il cristianesimo, con oltre 2,3 miliardi di credenti. Anche in Italia è il cristianesimo – in particolare quello cattolico – la religione più praticata in assoluto (da circa l’80%).

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

Al secondo posto tra le religioni più diffuse troviamo un altro monoteismo, l’islam. Con quasi due miliardi di seguaci, l’islam è la religione praticata dal 24% della popolazione mondiale e, dalle stime di Pew Research Center (un centro di analisi statunitense che mappa il credo nel mondo), si nota che è destinata a conoscere la crescita più rapida nei prossimi quattro decenni: secondo queste proiezioni, nel 2060 il numero di fedeli cristiani e quello di fedeli musulmani saranno quasi uguali.

Terzo posto per l’induismo, la religione di Brahma, Vishnu e Shiva, praticata da 1,16 miliardi di persone nel mondo. Questo credo è particolarmente diffuso in India (dove è la prima religione dello Stato) e in diversi altri paesi asiatici, come Nepal, Bangladesh, Indonesia, Pakistan e Sri Lanka, ma anche africani, come Mauritius e Sudafrica.

Altre religioni nel mondo e i non credenti

Non stupisce che il buddhismo sia al quarto posto tra le religioni più diffuse nel mondo con circa 500 milioni di credenti diffusi in special modo nel Sud-est asiatico e in Estremo Oriente. Stupisce invece che l’ebraismo, religione monoteista tra le più conosciute, conti “solo” 14 milioni circa di fedeli. Le religioni africane, il sikhismo (un credo diffuso nella regione del Punjab) e lo spiritismo (un movimento che ha avuto origine negli Stati Uniti e che si basa sull’idea di poter contattare le anime dei defunti tramite le cosiddette “sedute spiritiche” e che, secondo alcuni, non è neanche una vera e propria religione quanto piuttosto una dottrina filosofico-religiosa) sono tutte più diffuse dell’ebraismo.

Sono poco più di un miliardo invece le persone che non perseguono nessun credo religioso. Tra queste, si distinguono gli atei, ovvero coloro che negano l’esistenza di un divino; gli agnostici, ovvero chi non prende posizione in ambiti di vario genere tra cui la fede religiosa; e gli irreligiosi, ovvero chi è privo di sentimento religioso e non pratica alcuna fede.

Libri sulle religioni nel mondo

L’argomento, di non facile trattazione e analisi, può essere approfondito con la lettura di uno o più tra i numerosi libri sulle religioni. Alcuni esempi dei più famosi sono “Manuale di storia delle religioni” di Giovanni Filoramo, Marcello Massenzio, Massimo Raveri e Paolo Scarpi; “Il libro delle religioni. Grandi idee spiegate in modo semplice” nella traduzione di A. Carbone”; e “Che cosa è la religione?” di Jeppe Sinding Jensen.

Quante sono le religioni nel mondo? È difficile dare una risposta tout court, ma, secondo alcune stime, queste potrebbero essere anche più di 10000. È facile invece intuire quanto la religione sia un aspetto di gran conto nelle diverse culture e in generale nella società: la fede è tornata a crescere di importanza nella vita delle persone, tanto che, secondo un articolo de Il Sole 24 ore, l’84% della popolazione crede in una religione.

Condividi su:
Avatar photo

Sofia Greggio

Sofia Greggio. Correttrice di bozze, editor e ghostwriter, ho seguito corsi di editoria come lettura professionale, scouting e consulenza editoriale e un master in scrittura creativa. Oltre al mondo dei libri, sono appassionata di civiltà orientali e infatti studio Antropologia all'Alma Mater Studiorum Università di Bologna.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici