L’impatto positivo dei nuovi media nel calcio è fra le cause principali di uno sviluppo innovativo senza precedenti. Il bisogno di condivisione e confronto tramite i social network, poi, ha rivoluzionato uno sport tanto discusso quanto amato.

La digitalizzazione del calcio

Il calcio è da sempre una vera e propria tradizione nazionale ed internazionale. Il gioco più seguito del pianeta, dunque, non è un semplice sport di fama mondiale, ma una sfera d’interesse che tocca quasi quattro miliardi di persone. Basato su norme semplici, può essere adattato a luoghi e situazioni diverse. Questa caratteristica, decisiva e fondamentale nella crescita esponenziale di appassionati che lo vivono e lo praticano da sempre, lo ha reso avvincente. Un settore, insomma, entrato di diritto nella sfera dell’intrattenimento.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

L’introduzione della tecnologia nel mondo dello sport, dunque, ha predisposto alcune innovazioni anche nel calcio. La digitalizzazione, ossia il processo di trasformazione di un’immagine, di un suono, di un video o di un documento in formato digitale, ha profondamente trasformato quello che era un evento dedicato esclusivamente alla domenica pomeriggio. Oggi giorno infatti, grazie ai nuovi media e alla velocità dei social network, è possibile vivere e respirare lo sport più famoso del pianeta in qualsiasi momento della giornata. Grazie ad app dedicate o contenuti online, non è proibitivo restare costantemente informarti sulle principali vicende della propria squadra del cuore. Il tutto, poi, senza limiti di tempo o scadenze particolari.

Uno straordinario sviluppo

Il fenomeno della digitalizzazione ha aumentato la qualità di visione dell’evento matchday e delle singole sedute d’allenamento. La visione 4K HDR, poi, ha permesso a tifosi e appassionati di tutto il mondo di respirare il clima partita direttamente dal salotto di casa. Insomma, perfino un ambito da sempre restio alle innovazioni tecnologiche come quello del calcio, è stato stravolto. Negli ultimi anni dunque, anche il mondo del Bel Gioco, ha dovuto piegarsi a questo straordinario sviluppo.

La digitalizzazione contemporanea, poi, ha reso ancor più accessibile il dialogo dei talk show sportivi sulle vicende che ruotano attorno al mondo del calcio. In un certo senso, potremmo dire che, grazie alla tecnologia, c’è più gusto ad essere tifosi. Per effetto della straordinaria amplificazione data allo sport più famoso del globo dai social network, dopotutto, è possibile accogliere una quantità esponenziale di pareri e visioni. App come Facebook, Instagram, Twitter o Tik Tok, infatti, hanno ampiamente aiutato il Bel Gioco ad accrescere l’attaccamento e la passione di persone provenienti ad ogni angolo del pianeta.

Il calcio ai tempi dei social network

Tanto per comprendere il potere mediatico dei social all’interno del mondo del calcio, basti pensare alle statistiche pubblicate da Football Benchmark sull’interazione mediatica. Il famoso tool d’analisi di settore, infatti, ha evidenziato come il numero di account che hanno raggiunto il traguardo dei 100 milioni di follower combinati sulle varie piattaforme, sia raddoppiato da 11 a 23. Tratto evidente, dunque, di una digitalizzazione del tifo mai tanto costante o rivolta a nuove forme di supporto.

Sempre stando a quanto emerso dall’analisi di Football Benchmark, poi, Instagram è il social network preferito dal calcio. Il servizio di rete sociale nato nel 2010, infatti, si configura come leader del settore in quanto fornisce una piattaforma perfetta alle caratteristiche visive e di condivisione diretta dei contenuti grazie all’oltre 1 miliardo di utenti attivi al mese. Insomma, una posizione dominante, e che racchiude quasi due terzi dei follower combinati dei primi 10 calciatori più popolari del pianeta.

Giusto chiudere, poi, con Tik Tok. Il social sharing cinese ha vissuto una crescita esponenziale. Crescita sia in termini di numero d’utenti che di attività delle squadre di calcio. Per interagire con la nuova generazione di fan, infatti, Tik Tok è un pilastro strategico ideale. Sapendo che, il 25% degli utenti ha un’età compresa fra i 10 e i 19 anni, l’attenzione dedicata a questa piattaforma da parte dei team è più che giustificata. L’aumento del 120% dei follower da parte dei primi dieci top club mondiali, dopotutto, lo dimostra. Insomma, se persino il Presidente della FIFA Gianni Infantino ha aperto un account Instagram rivoluzionando la propria strategia comunicativa, allora il domani è oggi. Dopotutto, come disse Robert Kennedy: “Il cambiamento, con tutti i rischi che comporta, è la legge dell’esistenza“.

Leggi anche:

Sostenibilità: la questione ambientale entra nel mondo del calcio

Calcio, come la tecnologia lo ha reso meno polemico e più obiettivo

 

Condividi su:
Avatar photo

Antonio Di Bello

Studente universitario con esperienze lavorative in ambito comunicativo e giornalistico. Amo raccontare tutto ciò che circonda il mondo del calcio, della pallavolo e della Formula Uno. Aspirante pubblicista, scrivo per BuoneNotizie.it grazie al laboratorio di giornalismo per diventare giornalista pubblicista.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici