Alcune curiosità dalla scienza per capire meglio cosa significa Covid 19 e la differenza dal virus.

Quando viene scoperta una nuova malattia le si dà un nome. In questo modo è più facile identificarla e trovare una cura. Questo è quanto accaduto nel corso della storia a ogni patologia che è stata scoperta. È stato anche questo a far progredire la scienza con le sue numerose sfide vincenti. La stessa cosa è accaduta quest’anno con la diffusione del virus nel mondo, diventando una pandemia. Che cosa significa Covid 19 e come si dà un nome alle malattie? Per capirlo è necessario partire dalla differenza fra virus e malattia.

Cosa significa Covid 19? È un virus o una malattia?

Il Covid 19 (più correttamente Covid-19, con il trattino) è il nome della malattia che presenta una serie di sintomi, cioè di manifestazioni fisiche, che vanno dalla perdita di olfatto alla crisi respiratoria.

Perciò, che cosa significa Covid 19? Il suo nome è un acronimo di COronaVIrus Desease (cioè malattia, in italiano) 19, da cui Covid-19. È, dunque, una malattia causata da un tipo particolare di patogeno: il coronavirus. Si tratta di un virus che si distingue dagli altri perché è rivestito nella sua parte esterna da una serie di “punte” (fatte da proteine) che vanno a formare una “corona”. Sono queste, poi, a permettere al patogeno di entrare nella cellula dell’organismo e dare origine alla malattia.

A questo punto, entrano in gioco le difese immunitarie che cercano di “bloccare” il nuovo corpo estraneo. Il motivo per cui accade alcune volte di avere dei sintomi gravi della malattia Covid-19 è per la reazione eccessiva del corpo umano al patogeno. In poche parole, l’organismo è spinto a produrre più difese del necessario per eliminare il virus. Per via di questi motivi si è costretti, in tali casi, al ricovero in ospedale. Ciò, comunque, dipende dalla risposta immunitaria, che è diversa da persona a persona.

Covid 19 vs coronavirus.

Cosa significa Covid 19? È il sinonimo di coronavirus? La risposta a quest’ultima domanda è no. Covid-19 e coronavirus sono due elementi distinti. Infatti, il coronavirus SARS-CoV-2 è ciò che causa la malattia. Covid-19, invece, è il nome scientifico della malattia causata dal virus in questione.

Come si dà un nome alle malattie.

Cerchiamo, ora, di capire come si assegna il nome alle malattie. L’OMS insieme alla FAO (Food and Agriculture Organization of the United Nations) e all’OIE (World Organisation for Animal Health) ha stilato una serie di linee guida relative alla loro nomenclatura. L’obiettivo è quello di ridurre il più possibile le conseguenze negative della malattia sul commercio, sul turismo, sui viaggi e sul benessere animale. Inoltre, queste direttive servono anche per evitare discriminazioni sociali, regionali, nazionali, culturali o etniche.

È l’ICD (acronimo di International Classification of Deseases) che assegna il nome ufficiale della malattia. È un organismo gestito direttamente dall’OMS e approvato dai suoi Stati membri.

La spiegazione del nome delle malattie nelle linee guida dell’OMS

Proviamo ora a fare un altro passo in avanti per comprendere meglio cosa significa Covid 19. Cosa dicono queste linee guida per la nomenclatura delle malattie? Principalmente che bisogna chiarire se si tratta di una malattia o un’infezione umana. Inoltre, il nome della malattia deve far capire che è una patologia umana nuova, perciò mai incontrata prima. Poi, bisogna sottolineare il fatto che ha un potenziale impatto sul pubblico. Infine, deve essere dato un nome a questa malattia se non le è stato attribuito uno nell’uso comune.

Accanto a queste linee guida ci sono altri accorgimenti da adottare. Ad esempio, è possibile usare termini generici che la descrivono, come “malattia respiratoria”. Si possono utilizzare anche dei termini specifici (come “severa”) se si hanno delle informazioni sufficienti per poterlo dire con certezza. Nel caso, poi, si conosca il nome del virus responsabile della malattia (il coronavirus) si può usare il nome del patogeno come parte integrante del nome della malattia. Inoltre, al nome si può affiancare un numero che indica l’anno in cui è stata scoperta per la prima volta. Poiché il nome così ottenuto potrebbe essere lungo, in genere si utilizzano degli acronimi (come SARS).

È per questi motivi che a questa nuova malattia non è stato dato il nome di Wuhan, nonostante sia stata diagnosticata lì per la prima volta. Il numero 19, infine, indica l’anno in cui è stata scoperta, ovverosia il 2019.

Ecco, quindi, spiegato che cosa significa Covid 19. Ma qual è, invece, il significato di lockdown?

Leggi anche:

Seconda ondata Covid: 5 consigli per stare meglio

Test rapido Covid-19 in arrivo per screening più veloci

Sapere: il progresso inizia dalla conoscenza. Ecco perché

Ecco perché il coronavirus oggi non è come la pandemia spagnola

Vaccino Covid-19: l’accordo Covax per la distribuzione

UNISCITI A NOIScopri finalmente come informarti senza allarmismo, titoli strillati e fake news!