La Giornata Mondiale del Turismo, celebrata il 27 settembre di ogni anno, è un’occasione per riflettere in modo critico sull’incidenza e l’importanza del turismo nell’arena globale. Il settore rappresenta un pilastro chiave dell’economia, svolgendo un ruolo cruciale nell’orientare l’agenda di sviluppo sostenibile.

Le celebrazioni per la Giornata Mondiale del Turismo 2023 si tengono a Riyadh (Arabia Saudita) il 27 e il 28 settembre, e per l’occasione l’Organizzazione Mondiale del Turismo (UNWTO) sottolinea la necessità di investimenti maggiori e più mirati per le persone, il pianeta e la prosperità. Ora è il momento di soluzioni nuove e innovative che promuovano e sostengano la crescita economica e la produttività.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

Dal 21 al 23 settembre si è tenuta a Macao la decima edizione del Global Tourism Economy Forum (GTEF 2023). Tra le priorità individuate dalle istituzioni, la costruzione di un settore più resiliente, sostenibile e inclusivo per tutti.

Il turismo come ponte culturale e veicolo per lo sviluppo economico sostenibile

Il turismo è uno strumento di coesione globale. Oltre a fungere da veicolo per l’interculturalità, favorisce la diversificazione economica attraverso l’offerta di esperienze uniche. L’interazione tra visitatori e comunità ospitanti può portare a scambi culturali proficui e a una maggiore comprensione tra nazioni.

Il turismo è una fonte significativa di entrate per molte regioni, e fornisce un impulso alla creazione di posti di lavoro e al miglioramento delle infrastrutture. Tuttavia, per garantire un progresso economico sostenibile, è essenziale implementare politiche di sviluppo turistico basate sulla responsabilità sociale e ambientale. Questo implica l’investimento in programmi di formazione per il personale e la promozione di iniziative che contribuiscano nel concreto all’economia locale.

Il concetto di turismo sostenibile si concentra sull’equilibrio tra gli interessi delle comunità ospitanti, la salvaguardia degli ecosistemi e la soddisfazione delle esigenze dei viaggiatori. La pianificazione e la gestione oculate delle risorse naturali e culturali rappresentano un prerequisito fondamentale, realizzabili attraverso il monitoraggio costante dell’impatto ambientale derivante dalle attività turistiche, la promozione attiva della conservazione della biodiversità e l’adozione di approcci tecnologici avanzati al fine di ridurre l’impronta ecologica del comparto.

Buone pratiche sostenibili da ricordare nella Giornata Mondiale del Turismo

“Oggi più che mai, investire nell’istruzione, nell’innovazione, nella tecnologia e dare potere ai giovani attraverso una mentalità imprenditoriale deve far parte della cooperazione pubblico-privato per garantire la crescita sostenibile del settore”, afferma il direttore esecutivo dell’UNWTO Natalia Bayona.

Durante il GTEF è stato lodato l’esempio dell’Italia che con le sue peculiarità artistiche, architettoniche, gastronomiche, storiche e di design è riuscita a costruire con successo un’economia turistica intrecciata con la cultura locale e le industrie creative. Altro esempio positivo quello di Macao, che sta rafforzando il turismo e il tempo libero attraverso la fusione di settori, come quello della sanità, dell’hi-tech, della finanza moderna e di convegni e mostre, anche attraverso partenariati pubblico-privato.

Per un turismo realmente sostenibile da cui tutti possano trarre beneficio, è indispensabile un maggior coinvolgimento delle comunità locali tramite partecipazione attiva alla pianificazione turistica e un miglioramento nel grado di educazione sia tra i viaggiatori che devono essere informati sugli impatti del loro comportamento turistico e incoraggiati a scegliere opzioni responsabili, sia tra gli operatori.

La Giornata Mondiale del Turismo impone un’analisi scrupolosa del settore in oggetto quale strumento per promuovere la diversità culturale, alimentare la prosperità e tutelare le risorse planetarie. Il turismo sostenibile, che mira a limitare l’impatto ecologico e a coinvolgere le comunità locali in modo responsabile, è l’unica strada praticabile. In quest’ottica, un impegno condiviso tra viaggiatori, operatori turistici e enti governativi rappresenta un presupposto irrinunciabile per il raggiungimento di tali obiettivi, così da garantire che il turismo persista come fonte di arricchimento per l’intera umanità senza compromettere il patrimonio naturale del pianeta.

Leggi anche:

Overtourism, rischi e soluzioni per frenare il problema

Limitare l’impatto dell’overtourism in Italia

Condividi su:
Avatar photo

Mariarita Persichetti

Laureata in Management con una tesi in marketing territoriale. Viaggio, scrivo, fotografo e degusto formaggi. Su Buonenotizie.it parlo di progetti sostenibili e innovativi nel turismo, cultura gastronomica e mondo. Aspirante pubblicista, scrivo per BuoneNotizie.it grazie al laboratorio di giornalismo per diventare giornalista pubblicista.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici