Sono in aumento le segnalazioni sull’uso del Fentanyl come droga anche nei confini italiani. Fermarne la diffusione è anche una questione d’informazione su che cos’è e cosa provoca quando utilizzato fuori dai parametri della medicina. Il farmaco, legalmente e legittimamente utilizzato per le anestesie totali sia in ambito umano che veterinario, ha iniziato a destare preoccupazione per il suo uso illegale come sostanza stupefacente perché se ne iniziano a contare le vittime di overdose anche nei confini europei. Dagli USA all’Europa sembra non si sappia come fermarne la diffusione, intanto, nei locali notturni statunitensi, in attesa di strategie d’azione efficaci, si fa scorta di Narcan contro le overdosi.

Che cos’è il Fentanyl

Le statistiche sul consumo degli oppioidi sintetici mostrano negli ultimi anni un incremento anche in Italia. Tra di essi quello che sembra andare per la maggiore è proprio il Fentanyl, una sostanza derivata sinteticamente e regolarmente registrata in Europa per utilizzo farmacologico sia nell’ambito delle anestesie totali, sia nell’ambito del trattamento del dolore nei malati di tumore in stadio avanzato. Nel tempo si è scoperto che, anche come medicina, se utilizzato in esagerazione genera dipendenza tanto che il 6% degli utilizzatori sotto prescrizione alla fine delle proprie terapie si rivolgeva al mercato nero per continuare ad assumerlo.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

Non c’è solo la dipendenza a decretarne il successo come sostanza stupefacente. Quest’oppioide produce effetti simili alla morfina ma ben 100 volte più potenti. Costa meno dell’eroina. Lo si utilizza tramite iniezioni di “Fentanyl citrato”, inalandone il fumo, in pasticche, cerotti o pezzi di carta imbevuti, oppure anche per tagliare cocaina ed eroina. Il Fentanyl è anche altamente pericoloso: bastano, infatti, solo due grammi per provocare la morte di una persona. Tragico risultato, questo, che può essere raggiunto pure tramite gli effetti collaterali dell’astinenza.

Una vera emergenza nazionale in USA per le overdosi da Fentanyl

L’utilizzo della droga Tranq, chiamata così quando il Fentanyl è tagliato con Xilazina, ha già decretato un vero e proprio stato di emergenza negli Stati Uniti, dove i livelli di mortalità hanno raggiunto gli 80000 decessi l’anno (come nel 2021) trasformandosi nella principale causa di morte per la fascia d’età dai 18 e i 49 anni.

Nel conteggio sono presenti anche il rapper Coolio, il nipote di Robert De Niro per overdose accidentale e l’attore Michael K. Williams. L’oppioide sintetico, scoperto per la prima volta nel 2008 a Puerto Rico, dopo aver invaso USA, Canada e Messico è presente oramai anche in Europa dove ad oggi pare abbia mietuto “solo” 140 vittime, secondo un dato sottostimato per l’assenza di un vero e proprio monitoraggio sulla sostanza.

Europa e Nord America sembrano mercati differenti

Il mercato europeo di questa sostanza, ancora poco osservato, sembra essere un po’ differente da quello nordamericano. In Europa il Fentanyl, più che essere prodotto illegalmente o importato su larga scala come accade per cocaina ed eroina, è diffuso tramite gli stock avariati, scaduti e fuori commercio delle case farmaceutiche, oppure per furti e scambi sottobanco dalle dispense di farmaci.

Nel Nord America, invece, dove la produzione industriale fa le fortune dei narcos messicani, è prodotto a partire dagli elementi precursori che ne permettono la sintesi su scala industriale e che risultano facilmente acquistabili in grandi quantità e a basso costo dal mercato cinese. Proprio quest’elemento ha generato persino una risposta di politica estera. USA, Canada e Messico hanno formato una coalizione ad hoc per fronteggiare questo mercato invitando la Repubblica Popolare Cinese a farne parte ma senza ottenere una risposta chiara. Lo stesso Segretario di Stato americano Blinken in visita a Pechino sembra abbia posto il problema del Fentanyl durante gli incontri diplomatici in Cina.

Contro il Fentanyl i locali notturni americani si dotano di Narcan

Nell’attesa di veri e propri strumenti efficaci per combattere il mercato di questa droga, il quale sembra aver ricevuto un input sostanziale nel periodo pandemico, negli Stati Uniti si cercano antidoti. Per via del fatto che l’enorme diffusione di questa sostanza rende comuni i casi di overdose anche nei locali notturni sembra sia diventata buona prassi di quelli statunitensi aggiungere nelle proprie cassette del pronto soccorso il Narcan.

Questo farmaco a base di naloxone è l’unico rimedio conosciuto nel caso di overdose e che funziona anche con il Fentanyl almeno per le volte in cui non è tagliato con la Xilazina. Sembra sia stato proprio questo farmaco ad aver salvato la vita di Madonna, ritrovata quasi senza vita in casa dal 911, dopo aver semplicemente fumato della marijuana contente a sua insaputa l’oppioide sintetico.

Leggi anche:

La sfida dei sovranismi all’Europa tra globalizzazione e chiusura

Trattato ATT, nuovi standard per rendere più trasparente il commercio delle armi

Elezioni 2022, il primo voto al Senato per i diciottenni

Condividi su:
Avatar photo

Pasquale De Salve

Sono laureato in Filosofia e scrivo per passione. Qui scrivo di ambiente, politica, diritti e qualche volta anche di altro. Cerco di intendere il mondo per quello che è, ma di utilizzare quelle poche parole che ho a disposizione perché possa migliorare. Il suo cambiamento, però, dipende dallo sforzo di ognuno di noi!

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici