Ecco come l'IA viene utilizzata per la smart mobility.
L'intelligenza artificiale (IA) sta raggiungendo negli ultimi anni ogni ambito della quotidianità. Dopo che l'automobile ha già effettuato la transizione tecnologica verso un mondo più connesso, smart e green, anche la mobilità sta seguendo le stesse orme e con essa le strade. L'Anas (Azienda italiana per le strade) sta studiando una smart road capace di rendere l'esperienza di guida più sicura e connessa, quindi comoda.
Il progetto Anas
Anas Smart Road è il nuovo progetto tutto italiano che nasce con l'idea di rendere la strada capace di "parlare agli utenti e a se stessa” secondo la visione degli ideatori. La smart road sarà anche il ponte verso il futuro scenario di guida autonoma. L'obiettivo primario dell'Anas Smart Road è quello di rendere la mobilità più sicura ed eco friendly. Il tutto avverrà grazie alla costruzione di una rete di connessione tra strade e intelligenza artificiale. Come una sorta di sistema nervoso che renderà le strade vive e connesse tra di esse e i guidatori.

L'investimento del progetto Smart Road è di 1 miliardo di euro grazie anche al supporto dell'Unione Europea. Per il momento è stato impiegato un quarto dell'investimento complessivo per testare la smart road su alcuni dei più importanti assi stradali italiani: in Veneto, Sicilia e Lazio. Attraverso il contenuto tecnologico dell'opera, l'Anas riuscirà a mantenere un impatto ambientale minimo, con l'obiettivo di mantenere una strategia green che porti a soddisfare gli obiettivi di ecosostenibilità dettati dall'UE. Già da . . .

Registrati gratis per continuare a leggere questo articolo...

Registrati gratis ora!

L’informazione può essere pericolosa

Per questo al giornalismo della paura, preferiamo quello delle soluzioni.