Viviamo nell’epoca delle mamme equilibriste che si dividono fra figli, lavoro, casa e spesso si dimenticano di sé. Ti ritrovi in questa descrizione? Sia che tu abbia un lavoro sia che tu abbia scelto di dedicarti alla famiglia sono sicura che prima di pensare alle tue esigenze farai in modo di aver soddisfatto quelle di tuo figlio, avrai riordinato la casa, fatto la spesa e ti auto-convincerai che essere mamma e avere tempo per sé non è fattibile.

Gli effetti collaterali delle mamme equilibriste

La realtà di fatto è che a fine giornata sei talmente stanca che il tempo per te finisci a trascorrerlo dormendo… E’ così?

Lo capisco, ci siamo passate in molte, specie chi non ha aiuti famigliari vicini o tate a lungo termine su cui poter fare affidamento e il periodo pandemico non ha aiutato fra smart working, minor socializzazione, Dad e chi più ne ha più ne metta.

Eppure è fondamentale che tu comprenda che essere mamma “E” avere tempo per te fa bene a tutta la famiglia sai perché?

Si tende a pensare che i figli ci diano energia, serenità, forza ecc ma la verità è che siamo noi come mamme e papà a nutrire loro, anche emozionalmente. Specialmente nei primi tre anni di vita la connessione madre-figlio è molto forte e il bambino assorbe lo stato emotivo della mamma.

Immaginati come una brocca colma d’acqua fresca da cui si disseta il tuo bambino. Quando la brocca è vuota il bambino muore di sete.

Come fare per trovare un equilibrio fra l’essere mamma e avere tempo per sé?

Ogni famiglia ha situazioni diverse e compie scelte diverse riguardo l’educazione dei figli pertanto non esiste una regola uguale per tutti. Ciò che è fondamentale per tutti è pianificare all’interno dei ruoli canonici: mamma, professionista, moglie, figlia, ecc. anche del tempo rigenerante per te come essere umano.

Parti chiedendoti quali sono quelle attività che nutrono il tuo spirito? Quelle che quando le fai ti fanno sentire felice e piena di vita? Inizia dalle piccole cose fattibili in qualsiasi situazione tu sia relativamente a tempo e aiuti esterni a disposizione. Scegli di essere mamma e di avere tempo per te e convinciti che questo farà solo bene a tutta la famiglia.

Ti aiuto usando me stessa come esempio: io mi rilasso molto leggendo un bel libro, facendo attività fisica adeguata all’energia e forza che sento in quel momento. Può trattarsi di yoga o di una bella passeggiata nella natura o di qualche esercizio di allenamento funzionale.

Mi piace anche ascoltare la musica, ballare in salotto e prendermi qualche minuto al giorno per meditare o semplicemente osservare i miei pensieri e stati d’animo.

Importanza del riposo

Nessuna di queste attività è di aiuto, però, se non dormo abbastanza (cosa comune specie per chi ha figli sotto i 3 anni) perciò per me è importante dormire quando posso perché se non dormo a sufficienza per il mio organismo sono più irritabile, meno paziente, meno lucida. E tutto ciò avrà un effetto negativo sull’armonia personale e famigliare.

In base al livello di stanchezza decido quando togliere tempo al riposo per dedicarlo alle attività che ho citato qui sopra. Anche perché non servono 3 giorni liberi (se li hai e li vuoi prendere ben venga, però!): sono davvero sufficienti 20-30′ ogni giorno anche suddivisi in 10′ alla volta.

Immagino tu conosca te stessa abbastanza da sapere cosa ti fa stare bene perciò parti da lì. Se non è così inizia a porre l’attenzione su questo per trovare le attività buone per te.

Quando ti senti scarica, dai priorità al fatto di ricaricare le tue energie senza per questo sentirti in colpa. Dedicare anche solo 20′ al tuo benessere farà la differenza in ogni area, anche professionale, perché ti permetterà di rimanere più lucida, in equilibrio, più felice!

E se non riesci a gestire il senso di colpa o hai difficoltà a definire la tue priorità in base al tuo benessere e non in base ai doveri, contattami e ti accompagnerò nel farlo.

Per questo Natale regalati benessere per te e per la tua famiglia. Non esiste dono più grande della serenità interiore a prescindere dalle sfide che la vita ci presenta.

Tanti auguri per un Natale ricco… di presenza, di momenti lenti con le ‘tue’ persone, di vita e di tanto Amore!

 

L’informazione può essere pericolosa

Per questo al giornalismo della paura, preferiamo quello delle soluzioni.