I prossimi mesi si prospettano caldi per arrivi e presenze in Italia. Secondo Demoskopika, agenzia che si occupa di indagini di mercato, arriveranno 68 milioni di turisti per un totale di 267 milioni di pernottamenti, in crescita rispetto all’estate 2022. Numeri che fanno ben sperare tutto il comparto turistico, ma che spaventano i viaggiatori amanti della tranquillità.

La redazione di Buonenotizie.it corre ai ripari e propone ai suoi lettori delle idee vacanza insolite per un’estate 2023 lontano dalla folla e dall’overtourism.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

Vacanze lontano dalla folla: le destinazioni da evitare in Italia durante l’estate

Qualche anno fa, il giornalista italiano Marco d’Eramo ha coniato il termine Unescocidio. Una definizione forte, ma che spiega in maniera diretta e concreta quello che succede ad una località dopo essere stata aggiunta alla lista di Patrimonio Unesco. Frotte di turisti invadono le destinazioni e molto spesso la gestione dei flussi è incontrollata. Tant’è che l’Unesco ogni anno stila un Rapporto in cui inserisce le località minacciate da overtourism per invitare i governi all’azione. Se non si agisce per limitare i danni da sovraffollamento turistico, il riconoscimento potrebbe essere ritirato.

Tra i 58 siti Patrimonio Unesco in Italia, Venezia e Pompei rischiano di entrare nella “lista nera”. Altre località italiane su cui incombe la minaccia dell’overtourism (soprattutto in estate) sono le Cinque Terre, Capri e la Costiera Amalfitana, la Puglia, la Sardegna e la Sicilia. Meglio quindi visitarle a fine maggio o inizio ottobre.

La sfida della destagionalizzazione inseguita da anni dalle località balneari rischia di essere vana per due ragioni principali. L’impossibilità per le famiglie con figli di andare in vacanza nei periodi di apertura delle scuole, e l’impossibilità di fruire le numerose località balneari fuori stagione per via del meteo potenzialmente avverso e delle temperature autunnali.

Nelle città d’arte come Roma, Firenze, Bologna o Napoli il problema dell’overtourism è invece costante tutto l’anno.

Idee vacanza insolite: dove andare nell’estate 2023. Montagna in Alto Adige e Valle d’Aosta

Se amanti delle “città tranquille”, Bolzano potrebbe fare al caso vostro. L’ossimoro infatti nel capoluogo altoatesino regge alla perfezione, anche alla luce della politica adottata di recente dalla provincia autonoma, che pone dei limiti ai posti letto, per un massimo di 34 milioni di pernottamenti all’anno. «Per il futuro abbiamo scelto di puntare sulla qualità e non più sulla quantità», ha dichiarato Arnold Schuler, assessore al Turismo.

Le montagne della Valle d’Aosta sembrano meno gettonate delle Dolomiti, eppure gli scenari che regalano in ogni stagione non sono meno suggestivi. Nella piccola regione a confine con la Francia si alternano forti e castelli che spuntano nelle valli dove la natura è protagonista indiscussa. Nel Parco Nazionale Gran Paradiso, il più antico d’Italia, regna il silenzio e di notte il cielo è ancora buio. Sul Monte Bianco si va a spasso per i ghiacciai perenni, alle terme di Pré-Saint-Didier ci si rilassa e ad Aosta si va a caccia delle tracce degli antichi romani.

idee vacanza insolite

© Sextantio

Vacanze lontano dalla folla nel centro Italia, tra Abruzzo e Basilicata

Sempre più spesso in Italia strutture ricettive iconiche diventano la destinazione e motivo di viaggio in luoghi insoliti. Nel cuore d’Abruzzo è Sextantio ad attrarre gli amanti dei viaggi antropologici. Un albergo diffuso nato con l’obiettivo di rivitalizzare alcuni borghi storici dell’Appennino e i sassi di Matera. Le camere a Santo Stefano di Sessanio, borgo medievale fortificato e incastonato tra Gran Sasso e Monti della Laga a 1250 s.l.m. sono curate in ogni minimo dettaglio. Sono stati utilizzati solo materiali architettonici di recupero e arredamento povero della montagna abruzzese.

“La riproposizione delle tradizioni locali si spinge fino a contemplare i particolari più minuti, gli asciugamani, i materassi di lana, le lenzuola provenienti dai crolli nuziali, le coperte fatte a mano con i telai in legno e i colori naturali”, si legge sul sito ufficiale.

A Matera, invece, Sextantio ha riqualificato le Grotte della Civita, per un’esperienza abitativa immersiva che “rende giustizia alla primordiale essenza materica della pietra e della caverna tramite scelte, anche estreme, di conservazione degli spazi originari”.

idee vacanza insolite lontano dalla folla

© Cammino Regina Camilla

Idee vacanza insolite: un nuovo cammino nel basso Lazio

Dallo scorso 20 maggio nel basso Lazio si può percorrere il Cammino Regina Camilla, dedicato alla figlia del re dei Volsci Metabo, figura mitologica decantata da Virgilio nell’Eneide.

Un itinerario lungo 200 km, percorribile interamente a piedi, che valorizza dodici borghi situati in un’area interna pre-appenninica dal vasto patrimonio immateriale. La zona è ricca di parchi naturali, aree protette e musei demoetnoantropologici interattivi, che raccontano la storia e trasmettono emozioni attraverso i sensi.

Da non sottovalutare l’ospitalità d’eccellenza e i prodotti locali genuini, come pane, formaggi, mozzarelle di bufala, salumi, ortaggi e primizie di stagione. Un’occasione unica per esplorare il basso Lazio da una prospettiva nuova, che privilegia il contatto con la comunità locale e terre ancora autentiche.

Leggi anche:

Hotel da sogno

Condividi su:
Avatar photo

Mariarita Persichetti

Laureata in Management con una tesi in marketing territoriale. Viaggio, scrivo, fotografo e degusto formaggi. Su Buonenotizie.it parlo di progetti sostenibili e innovativi nel turismo, cultura gastronomica e mondo. Aspirante pubblicista, scrivo per BuoneNotizie.it grazie al laboratorio di giornalismo per diventare giornalista pubblicista.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici