Studiare e informarsi è la soluzione a problemi di comprensione tra due diverse culture.
La cultura genera e influenza il nostro comportamento proprio come la situazione economica, sociale e religiosa di ogni Paese. Un asiatico infatti, ragiona in modo differente da un europeo, soprattutto da un italiano. Un esempio calzante che spiega la differenza tra le due culture è radicato nel concetto del tempo: il primo vive con tutta la calma e la tranquillità senza badare troppo alle ore che passano, il secondo invece, le rincorre.

Quando si passa da un luogo all'altro viaggiando possono sorgere dei problemi di comprensione tra l'ospite e la persona autoctona, non solo a causa delle lingue diverse ma, anche per differenze culturali e comportamentali. A volte questo può causare spiacevoli inconvenienti o qualcosa di peggio come il carcere. Per evitare un comportamento scortese o inadeguato e trovarsi in diffioltà è sempre meglio studiare e informarsi su quali sono i costumi e i comportamenti da avere oppure no, in un Paese lontano da casa.
Il cibo va mangiato con le posate o con le mani? Paese che vai, usanza che trovi
Il galateo suggerisce a noi italiani di mangiare con le mani solo il pollo e poche altre pietanze: toccare il cibo con le dita è considerato poco civile da queste parti. In India o in Nepal invece, è usanza utilizzare le mani così da poter assaporare le pietanze prima col tatto e poi col gusto.

In questi luoghi si mangia così per creare un rapporto tattile con il cibo. "Il boccone - racconta Stefano Neri di Inside India -  è preparato e portato . . .

Registrati gratis per continuare a leggere questo articolo...

Registrati gratis ora!

L’informazione può essere pericolosa

Per questo al giornalismo della paura, preferiamo quello delle soluzioni.