Oggi, molte persone tendono a scegliere il proprio viaggio anche in base a dove si trovano le sette meraviglie del mondo perché, almeno una volta nella vita vanno viste. Infatti, molti viaggiatori che finora si sono diretti in India, lo hanno fatto non solo per vivere la spiritualità, la cultura e la diversa bellezza del luogo, ma anche per ammirare l’immenso Taj Mahal, il mausoleo bianco di Agra in cui giacciono i corpi del Maharajà e di sua moglie.

La città di Petra in Giordania, è stata una delle meraviglie del mondo più visitate dagli italiani nel 2021. Quest’ultima ha giovato del fatto che a causa delle restrizioni di viaggio, non si poteva andare in molti altri posti, ma la Giordania, che per un breve periodo ha aperto i confini agli italiani, ha avuto un afflusso non indifferente di visitatori.

La stessa cosa riguarda il Colosseo, la meraviglia italiana che si trova al centro della città eterna. I cittadini della penisola, molti non ancora propensi nel viaggiare all’estero, hanno deciso di viversi l’Italia e quindi, impossibile farsi mancare una visita al Colosseo.

Machu Picchu, l’antica città appartenente al popolo Inca che si trova in Perù, sarà, proprio come Chichén Itzá,  l’antica città dei Maya in Messico e la statua in Art Déco del Cristo Redentore costruita a Rio de Janeiro, la meta del 2022 viste le restrizioni che mano a mano si stanno allentando. La Grande Muraglia cinese invece, resta un punto interrogativo perché agli italiani, per ora non è permesso dirigercisi.

Davanti al Taj Mahal con gli occhi pieni di stupore

Il Taj Mahal è un mausoleo di marmo bianco del XVII secolo ed è stato l’imperatore Mughal Shah Jahan a ordinarne la costruzione, in memoria di una delle sue mogli defunte. Oggi sia il corpo di lei, sia quello di lui si trovano al suo interno. 

L’uomo, quando era ancora in vita,  aveva ordinato la costruzione di un secondo mausoleo uguale al Taj, ma più piccolo, meno imponente e di colore nero, che sarebbe dovuta essere la sua dimora per l’eternità, invece, il monumento non venne terminato per tempo dunque, il corpo dell’imperatore giace ancora oggi accanto a quello della moglie.

Quali sono le sette meraviglie del mondo moderno

Taj Mahal, Agra. Foto di Giorgia Tirocchi

In viaggio per conoscere Petra, una delle meraviglie del mondo moderno

Quest’anno la Giordania ha riaperto al turismo per un breve periodo di tempo e molti visitatori ne hanno approfittato, raggiungendo anche Petra per goderne delle bellezze di notte e di giorno.

Infatti, il sito resta aperto anche di sera e i turisti possono farsi accompagnare da una distesa di candele lungo tutto il Siq, il sentiero roccioso che porta al famoso Tesoro, dove la musica locale li coinvolge sotto un cielo stellato

Petra fu costruita nell’VIII secolo dagli Endomiti e conquistata successivamente dai Nabatei, grazie ai quali assunse un’enorme importanza per la rotta commerciale delle carovane.

Quali sono le sette meraviglie del mondo moderno

Petra. Giordania. Foto di Giorgia Tirocchi

Il Colosseo: la meraviglia italiana del mondo moderno

Per trovarsi di fronte a una delle sette meraviglie del mondo non serve allontanarsi troppo, infatti una di queste si trova a Roma ed è il Colosseo.

Al processo di selezione iniziale del concorso per la scelta delle sette meraviglie del mondo moderno, hanno partecipato altri siti italiani tra cui la Basilica di San Pietro, la Cappella Sistina, la Torre di Pisa ma tra tutte, è stato il Colosseo a vincere.

Il monumento romano, anche chiamato anfiteatro Flavio, è stato edificato nel I secolo d.C. per volere degli imperatori della dinastia Flavia. Il Colosseo ha accolto da sempre grandi spettacoli di richiamo popolare, come le cacce e i giochi gladiatori ed è il più grande anfiteatro del mondo in grado di offrire sorprendenti apparati scenografici.Quali sono le sette meraviglie del mondo moderno

Il Colosseo di Roma. Italia

Macchu Picchu: il sito archeologico più visitato del Perù

Macchu Picchu è un’area naturale e archeologica, che fa parte del patrimonio mondiale dell’UNESCO e si estende su una superficie di 37000 ettari circa. Il luogo è considerato il più ricco di biodiversità del Perù e ospita più di sessanta monumenti articolati attraverso una complessa rete di strade Inca.

Il monumento più importante è la llaqta, città Inca progettata e costruita intorno al 1400 d.C.

Quali sono le sette meraviglie del mondo moderno

Machu Picchu. Perù

Chichén Itzá: l’antica città dei Maya nello Yucatan, Messico

Chichén Itzá è un’antica città Maya situata nell’arida penisola dello Yucatan, in Messico: si dà il caso che il luogo scelto per fondare la megalopoli fosse ricco di pozzi naturali ed è proprio per questo motivo che la città sia stata edificata lì. Chichén Itzá ha vissuto il suo massimo splendore nel X secolo, come principale centro religioso dello Yucatan e ancora oggi resta uno dei siti archeologici più importanti e visitati della regione.

La città di Chichén Itzá si sviluppa per 6,5 km dentro la giungla e i monumenti più importanti e conosciuti da non perdere sono molti: il famoso castillo, anche detto “La grande piramide” o Kukulcan, il Caracol o osservatorio, il Great Ball Court, il Sacro Cenote, la tomba del Sommo Sacerdote, il Gruppo delle Mille Colonne, il Tempio dei Guerrieri e lo Tzompantli.

Quali sono le sette meraviglie del mondo moderno

Chichén Itzá, Yucatan. Messico

Il Cristo Redentore simbolo della cristianità

In Brasile sorge una delle sette meraviglie del mondo moderno, il Cristo Redentore che onora la cristianità del popolo brasiliano: l’imponente statua si trova in cima al monte Corcovado e chi la raggiunge può godere non solo della bellezza dell’opera d’arte, ma anche del panorama circostante.

Il Cristo Redentore è uno dei siti più visitati del Brasile ed è possibile raggiungerlo a piedi o in autobus: per gli amanti del trekking è una bellissima passeggiata da godersi in tutta tranquillità.

Quali sono le sette meraviglie del mondo moderno

Il Cristo Redentore di Rio de Janeiro

La Grande muraglia cinese, il sito più visitato in Cina

La Grande Muraglia cinese è stata creata inizialmente per proteggere i confini territoriali della Cina ancora divisa in tanti Stati, solo successivamente il suo compito è cambiato, orientandosi alla difesa dell’Impero dai barbari.

La costruzione del sito risale al VII secolo a.C. e solo con l’imperatore Qin Shi Huang, a cui si attribuisce l’esistenza del famoso esercito di terracotta di Xi’an, l’intera muraglia è stata unificata: oggi misura 6350 chilometri con altezze variabili e attraversa 15 province del Paese nella sua parte settentrionale.

Quali sono le sette meraviglie del mondo moderno

La Grande Muraglia Cinese

Il Colosseo: la meraviglia italiana del mondo moderno

Per trovarsi di fronte a una delle sette meraviglie del mondo non serve allontanarsi troppo, infatti una di queste si trova a Roma ed è il Colosseo.

Al processo di selezione iniziale del concorso per la scelta delle sette meraviglie del mondo moderno, hanno partecipato altri siti italiani tra cui la Basilica di San Pietro, la Cappella Sistina, la Torre di Pisa ma tra tutte, è stato il Colosseo a vincere.

Il monumento romano, anche chiamato anfiteatro Flavio, è stato edificato nel I secolo d.C. per volere degli imperatori della dinastia Flavia. Il Colosseo ha accolto da sempre grandi spettacoli di richiamo popolare, come le cacce e i giochi gladiatori ed è il più grande anfiteatro del mondo in grado di offrire sorprendenti apparati scenografici.Quali sono le sette meraviglie del mondo moderno

Il Colosseo di Roma. Italia

Leggi anche:

Il futuro dei viaggi sostenibili? È a bordo di treni e aerei

Viaggi 2021: dove potremo andare a Natale e a Capodanno?

Vacanze al mare a Natale: 5 mete incredibili

 

 

L’informazione può essere pericolosa

Per questo al giornalismo della paura, preferiamo quello delle soluzioni.