Avere animali domestici riduce i livelli di ansia e stress. A confermarlo è lo studio “Psychophysiological and emotional effects of human–Dog interactions by activity type: An electroencephalogram study”, svolto dai ricercatori dell’Università di Konkut, in Corea del Sud.

L’indagine dimostra come associare la pet therapy, cioè la terapia con gli animali, alle cure farmacologiche per il trattamento di ansia e stress, influenza positivamente le funzioni cerebrali dei pazienti che ne soffrono: accarezzare un animale stimola la produzione e il rilascio di ossitocina, un ormone che funge da vero e proprio calmante naturale.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

Oltre ad avere efficacia in ambito clinico, avere un animale da compagnia: favorisce uno stile di vita più sano e attivo, migliora la gestione della routine, incentiva la socializzazione, aiuta a prendersi delle responsabilità e contribuisce al corretto sviluppo fisico, cognitivo ed emotivo dei bambini durante l’infanzia.

Tuttavia, bisogna ricordarsi che avere animali domestici è un impegno importante, che richiede tempo, energia e denaro. Pertanto, qualora si soffra di problemi di ansia o stress, prima di prendere decisioni affrettate, è auspicabile parlarne con il proprio psicologo o psicoterapeuta.

Animali domestici jpg. Un uomo e una donna seduti e sorridenti, con in braccio due cani

Gli animali domestici migliorano i rapporti familiari (Credits: Pixabay, Pexels)

Animali domestici: una risorsa per la salute fisica e mentale

Secondo i Centers for Disease Control and Prevention o CDC, cioè i maggiori centri di prevenzione e controllo delle malattie negli Stati Uniti, gli animali domestici non solo aiutano a ridurre i livelli di stress e ansia, ma: incoraggiano uno stile di vita sano e attivo, in quanto inducono a compiere lunghe camminate all’aperto e favoriscono una migliore gestione della routine.

Inoltre, la presenza di animali domestici aiuta ad abbassare la pressione sanguigna e il colesterolo, nonché a prendersi delle responsabilità: un animale, in quanto essere vivente, necessita di essere accudito e nutrito. Gli animali da compagnia donano serenità, felicità e favoriscono la socializzazione, sia dal vivo che online, attraverso piattaforme e siti di incontri creati ad hoc.

Avere animali domestici migliora lo sviluppo fisico, emotivo e cognitivo dei bambini: uno studio americano pubblicato sul Journal of Allergy and Clinical Immunology ha dimostrato che la loro presenza aiuta i bambini a sviluppare più anticorpi e a ridurre le allergie. I piccoli che vivono a contatto con un amico a quattro zampe sono anche dotati di maggiore intelligenza emotiva e compassione.

Animali domestici jpg. donna sdraiata sul letto con due gatti

Avere animali domestici riduce ansia e stress (Credits: Tranmautritam, Pexels)

I benefici psichici per gli anziani

Lo studio “Pet ownership and its influence on mental health in older adults” della dottoressa Genieve Zhen Hui Gan, dimostra che gli animali domestici apportano benefici alla salute mentale degli anziani. La ricerca ha coinvolto 14 individui di entrambi i sessi e di età compresa fra 65 e 85 anni. Gli interessati sono stati intervistati al fine di raccogliere dati su pensieri ed esperienze derivanti dalla loro vicinanza a un animale domestico.

Dalle risposte fornite emerge che i benefici sulla salute mentale derivano principalmente dal raro legame che si instaura tra animale e umano, paragonabile a quello tra marito e moglie o genitore e figlio. Il senso di “genitorialità” e di cura verso l’animale domestico fornisce uno scopo nella quotidianità di un anziano, riduce l’isolamento sociale e il livello d’ansia, mentre aumenta l’autostima, l’auto-efficacia, la percezione di sicurezza e il senso di conforto.

Bibliografia:

How to Stay Healthy Around Pets and Other Animals (CDC)

Effects of dog ownership and genotype on immune development and atopy in infancy ( Journal of Allergy and Clinical Immunology)

Psychophysiological and emotional effects of human–Dog interactions by activity type: An electroencephalogram study

Pet ownership and its influence on mental health in older adults (Zhen Hui Gan et al.)

Condividi su:
Avatar photo

Brunella Mascolo

Logopedista e aspirante pubblicista, scrivo per BuoneNotizie.it grazie al progetto formativo realizzato dall'Associazione Italiana Giornalismo Costruttivo. Come professionista sanitario, nonché persona molto empatica e introspettiva, scrivo principalmente di tematiche inerenti alla crescita personale e alla prevenzione e alla tutela della salute e del benessere mentale.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici