Pubblici e privati agiscono a favore di un ambiente più protetto. Cosa può fare ognuno di noi?

L’uomo utilizza da molto tempo la tecnologia, ma mai tanto quanto negli ultimi anni. Il progresso tecnologico in ogni settore ha registrato un forte incremento generando insieme alle innovazioni anche inquinamento e danni all’ambiente.

Per cercare di salvaguardare la Terra, la nostra casa, e di non aumentare il riscaldamento del pianeta, privati e pubblici sensibili al cambiamento climatico e alla sostenibilità ambientale hanno deciso di agire.

Sostenibilità ambientale: il progresso tecnologico punta a un Pianeta green Pubblici e privati agiscono a favore di un Pianeta più sano

Lo scioglimento de’ “La Mer de Glace” che si trova a un passo dall’Italia, in Francia (dipartimento dell’Alta Savoia, al confine con la regione Valle d’Aosta) è una delle conseguenze del riscaldamento climatico

Science Based Targets: sostenibilità ambientale nel settore privato

Science Based Targets è un progetto aziendale che ambisce a raggiungere la sostenibilità ambientale delle imprese attraverso un’economia a zero emissioni di carbonio.

“L’iniziativa Science Based Targets (SBTi) – si legge sul sito ufficiale che descrive il progetto guida un’azione ambiziosa per il clima nel settore privato consentendo alle aziende di fissare obiettivi di riduzione delle emissioni basati sulla scienza“.

La prima importante tappa è dimezzare le emissioni di gas serra entro il 2030 e successivamente a questa, azzerare le emissioni nette entro il 2050.

Sostenibilità ambientale: il progresso tecnologico punta a un Pianeta green Pubblici e privati agiscono a favore di un Pianeta più sano

L’inquinamento che non ci fa respirare

Anche noi, nel nostro piccolo possiamo salvaguardare il Pianeta

L’interno delle nostre abitazioni genera circa un quarto delle emissioni dirette di CO2 dell’Unione Europea e noi in prima persona possiamo agire per la tutela dell’ambiente. A questo proposito, la Commissione Europea ha emesso un piano d’azione per ovviare al problema e ridurre le emissioni di gas serra, favorendo così, la sostenibilità.

“Il piano d’azione – si legge sul documento ufficiale della Commissione  tiene conto degli approcci esistenti, quali la normativa sulla progettazione ecocompatibile dei prodotti che consumano energia, i sistemi di etichettatura, i sistemi di gestione ambientale e gli incentivi per l’acquisto di prodotti rispettosi dell’ambiente da parte di cittadini e pubbliche amministrazioni”.

Ad esempio, prima di acquistare un elettrodomestico bisogna considerare il suo profilo energetico, che può avere un risvolto positivo sull’ambiente, ma non solo, anche sul nostro portafogli.

Infatti, il profilo energetico di un elettrodomestico è valutato in base alla sua efficienza e sostenibilità. A+++ è l’efficienza massima mentre G è la minima. Una lavastoviglie di categoria A+++, per esempio, utilizza solo la metà dell’energia utilizzata da una di categoria D. Questo significa che anche le emissioni di gas a effetto serra nell’atmosfera sono inferiori oltre al consumo in termini economici.

Anche la sostituzione di lampadine alogene o a incandescenza con quelle più efficienti sotto il profilo energetico possono fare la differenza: una lampadina a LED può far risparmiare oltre 100 euro di energia elettrica nell’arco della sua durata di vita di circa 20 anni.

Il consumismo in relazione alla sostenibilità ambientale

La nostra società, abituata al consumismo, deve cambiare le proprie abitudini col fine di salvare il pianeta e conseguentemente anche le generazioni future.

Una buona abitudine è, per esempio, prestare attenzione agli sprechi come la luce accesa in una stanza vuota, il computer o la televisione attivi durante tutta una giornata, i termosifoni al posto di una felpa in più da indossare, l’acqua del rubinetto che scorre incessante nel lavandino.

Tutti questi elettrodomestici e altri ancora, producono spesso energia di cui non si ha realmente bisogno e questa energia genera emissioni che si propagano nell’aria emanando gas a effetto serra e inquinando l’atmosfera.

Perché scegliere l’energia verde

Le problematiche relative al riscaldamento climatico e i problemi ambientali che ne derivano sono note alla maggior parte delle persone che possiedono elettrodomestici o apparecchi elettronici. Proprio per questo, far attenzione alla tipologia di prodotto che si possiede e al suo profilo energetico può fare la differenza.

E’ importante prendere in considerazione i temi sulla tecnologia verde e sulla sostenibilità ambientale e far in modo che diventino parte del nostro modo di vivere. L’attenzione verso queste piccole ma grandi scelte, può fare essere cruciale per il nostro futuro e quello del pianeta.

Leggi anche

Impatto ambientale: web e tecnologia hanno un costo per il Pianeta

La natura respira nuovamente durante l’era Covid-19

Economia sostenibile: Lahti, la città più green del 2021 è finlandese

 

 

 

 

ISCRIVITI SUBITO ALLA NEWSLETTER e RICEVI L'ESTRATTO GRATUITO del primo libro mai scritto in Italia sul Giornalismo Costruttivo!