Il 2021 è stato un anno dettato da molti cambiamenti per il mondo. In questo articolo siamo andati alla ricerca delle sei buone notizie che influenzeranno i primi mesi del 2022. Vi presentiamo una notizia per continente, con tematiche differenziate fra ambiente, società e migrazione. 

Sappiamo che la Pandemia e le guerre fanno ancora tremare la terra e gli umori di ognuno di noi. Detto ciò, il 2021 è stato (anche) un anno positivo, con grandi innovazioni mondiali e una serie di buone notizie: fra trattati internazionali e avanzamenti nel settore medico, il nuovo anno si conclude con un bilancio di buone notizie che si evolverà nel 2022.

Le Buone Notizie 2021 dal Nord America

Iniziamo il nostro bilancio con una notizia dagli Stati Uniti, che è passata in sordina. Lo stato della Virginia ha abolito, il 24 marzo 2021, la pena di morte. Il  governatore democratico Ralph Northam ha aperto così la strada agli Stati del Sud del Paese, per prendere esempio e tutelare i diritti umani. Il 2022 si apre quindi sulla scia di questa importante decisione, che potrà influire sulle scelte di altri stati americani più conservatori.

Le Buone Notizie 2021 dal Sud America

Il Sud America ha vissuto un anno di grandi cambiamenti politici che hanno visto dare molto spazio alle donne e all’ambiente. La notizia più rilevante del 2021 è la firma dell’accordo di Escazù, per creare una democrazia ambientale: il 22 Aprile 2021, 12 Paesi hanno ratificato il trattato già firmato nel marzo 2018. La buona notizia è che si dato l’avvio a proposte di tutela per gli attivisti e gli ambientalisti, che rischiano la vita ogni giorno. Cile, Colombia, Argentina, Messico, Ecuador, e altri Paesi, hanno così messo in primo piano la tutela di chi cerca di salvare il mondo e l’ambiente. Mancano ancora Paesi di spessore ambientale, come il Brasile e il Perù, ma questo traguardo è un primo passo, per ottenere l’approvazione da parte di tutti i Paesi del Sud America, nel 2022.   

Le Buone Notizie 2021 dall’Europa

Il 7 dicembre 2021 lo studente Patrick Zaki è stato scarcerato. La notizia conclude il 2021 con la speranza che le accuse a suo carico vengano annullate il 1 febbraio 2022, giorno della prossima udienza. La scarcerazione di Zaki è il preludio per dimostrare che la libertà di espressione e il rispetto per i diritti umani, debbano essere messi al primo posto. La notizia aprirà le porte per affrontare altri casi simili che coinvolgono centinaia di persone in tutto il mondo. 

Le Buone Notizie 2021 dall’Africa

La spinta alla ricerca vaccinale, per curare il mondo dal Covid, ha dato un ulteriore incremento alla ricerca in campo medico; in questo clima di crescita per la ricerca mondiale, sono state incrementate le operazioni per realizzare un vaccino contro la malaria. Le notizie sulle morti in Africa, in particolare nei Paesi dell’Africa Sub Sahariana, causate della malaria sono altissime: circa 490000 morti ogni anno. Questo causa gravi danni anche nell’economia delle famiglie e danni psicologici incalcolabili. Dall’ottobre 2021, sono stati dati i permessi dall’OMS per sperimentare il vaccino sui bambini dei Paesi centroafricani, che sono le vittime più colpite delle zanzare infette. La notizia è fra le più rilevanti del 2021, in quanto dopo 40 anni di studio, si è arrivati a un primo traguardo. La vaccinazione salverà milioni di vite non solo in Africa, ma in  molti Paesi del mondo e nel 2022 si avranno i primi risultati.

Le Buone Notizie 2021 dall’Australia

In Australia, dopo i grandi incendi che nel 2020 hanno distrutto 19 milioni di ettari e ucciso centinaia di animali, è nato un nuovo progetto di rigenerazione. Il WWF ha creato il programma “Regenerate Australia”: per ripristinare un’economia sostenibile, salvaguardare le specie a rischio, in particolare i Koala e ripiantare migliaia di alberi. La notizia ha mobilitato anche volontari e autorità australiane. Con l’ausilio di droni e cani molecolari, si è dato avvio a un censimento dei Koala e alla riforestazione di alberi d’eucalipto. Il 2021 è così l’anno in cui l’Australia risorge dalle ceneri dei 15000 roghi che l’hanno devastata. In questi primi giorni del nuovo anno, l’ottimismo sta crescendo e il WWF ha mostrato i primi segni di vittoria per l’applicazione di questo progetto. L’Australia ha mostrato al mondo che è possibile far rinascere il proprio Paese e dar vita ad un’economia green che troverà pieno sviluppo nel 2022. 

Le Buone Notizie 2021 dall’Asia

L’Asia ci porta notizie da Beirut, dove nel 2020 – ad agosto – una devastante esplosione ha distrutto il porto della città. Dopo mesi di turbolenze, a causa della mancanza di denaro e del blocco della ricostruzione del porto della capitale libanese, il 2022 si apre con una notizia di speranza. Antonio Guterres, segretario generale dell’Onu, ha proposto, il 21 dicembre 2021 di riaprire l’inchiesta per conoscere i responsabili della distruzione del porto. Il 2022, si apre quindi con la notizia che verranno svolte nuove indagini: questo metterà da parte la classe dirigente e darà modo ai giudici di interrogare i sospettati. L’Onu ha finalmente posto l’attenzione alla drammaticità della situazione, dando voce e giustizia ai libanesi .

 

L’informazione può essere pericolosa

Per questo al giornalismo della paura, preferiamo quello delle soluzioni.