Senza dubbio il settore dei voli aerei è stato uno dei più colpiti dalla crisi pandemica e per uscirne il più in fretta possibile sta accelerando il suo processo di innovazione. Praticamente ogni compagnia aerea negli ultimi anni ha un bilancio in rosso che si stima di oltre 118 miliardi di dollari nel primo anno di Covid (2020) e di altri 52 nel 2021, nonostante la ripresa registrata nell’agosto scorso del 48% sui voli commerciali nell’Unione Europea (secondo i dati Eurostat di Novembre 2021).

Prendere voli aerei con il check-in biometrico

Per rispondere alla crisi le compagnie aeree gli aeroporti hanno deciso di investire nell’innovazione tecnologica. In questo contesto rientra il check-in biometrico. Grazie all’intelligenza artificiale questo apparecchio riconosce il volto dei passeggeri e permette quindi di evitare lo scambio di documenti e altri documenti. Almeno due i lati positivi di questa svolta: maggiore velocità, quindi meno coda, e inoltre nessun contatto o scambio che potrebbe veicolare virus.

Questi chioschi che permettono il check-in biometrico per salire sui voli aerei, da dicembre scorso, sono già disponibili nell’aeroporto internazionale di Kuala Lumpur. Si chiama SITA Smart Path TS6 ed è stato insignito anche del premio IF Design 2021 per il suo design elegante, sostenibile e adattivo. Può infatti essere personalizzato per adattarsi allo stile e al design dell’aeroporto, oltre che alle esigenze specifiche dei passeggeri.

Documenti attualmente necessari (passaporto e biglietto aereo) per il check-in che potrebbero non essere più richiesti grazie al controllo biometrico.

Imbarco dei bagagli autonomo

Un sistema di macchinari che permette ai viaggiatori di imbarcare da soli i propri bagagli è il Self bag drop. In questo caso, l’intelligenza artificiale emette un’etichetta e il passeggero la pone sul bagaglio che viene poi spedito sul volo aereo che prenderà. Anche questa gestione autonoma del bagaglio apporta vantaggi sanitari e velocizzazione delle procedure di imbarco. In questo caso il nostro Paese è all’avanguardia dato che già dallo scorso aprile sono 13 i macchinari self bag drop funzionanti al Terminal 1 di Malpensa a Milano. L’aeroporto prevede di attivarne almeno un’altra decina entro il prossimo aprile.

L’importanza dell’igiene all’interno dei voli aerei

Uno dei punti più importanti e sensibili delle compagnie aeree è sicuramente quello del miglioramento della disinfezione a bordo dei voli aerei, trovando il giusto equilibrio di igiene senza l’utilizzo di prodotti chimici aggressivi. In questo campo è entrata prepotente la luce ultravioletta. Una società canadese, Aero HygenX, ha prodotto una linea di robot autonomi chiamati RAY che si occupano di disinfezione con radiazione ultravioletta germicida (UVC).

Questo robot va praticamente bene per qualsiasi tipo di aeromobili. Infatti è dotato di un software personalizzabile che registra e trasmette i dati di utilizzo in modalità wireless al cloud, fornendo all’operatore il monitoraggio dello stato del sistema e gli eventuali aggiornamenti. La vera innovazione di RAY è che a differenza di altri sistemi (UVC) fornisce una copertura a 360° e non richiede un membro dell’equipaggio che lo azioni o lo sposti: agisce in completa autonomia.

“La disinfezione rapida, coerente e priva di sostanze chimiche dell’aria e delle superfici è fondamentale per la sicurezza dei dipendenti e dei passeggeri nella lotta contro le pandemie”, ha affermato Arash Mahin, amministratore delegato di Aero JygenX.

Pagamenti touchless ai ristoranti

Un metodo meno innovativo forse degli altri, ma volto a svolgere un ruolo importante nell’eliminazione delle code nei ristoranti degli aeroporti, è lo scan-and-go di Mashgin. I sistemi dell’azienda californiana sono dotati di una combinazione di telecamere e intelligenza artificiale che consentono ai passeggeri di posizionare cibi e bevande sul vassoio. Qui vengono immediatamente riconosciuti per poi emettere l’importo da pagare con carta. Diversi sono gli aeroporti degli Usa che hanno adottato questi sistemi: Dallas, Las Vegas, Phoenix, Los Angeles, Chicago e Kansas City.

La sicurezza più efficace nei voli aerei

L’azienda canadese Rohde & Schwarz sta lavorando a una soluzione che aiuterebbe la sicurezza aeroportuale. Lo scanner QPS201 grazie a delle onde radio riesce a creare una mappa del corpo della persona. Le onde passerebbero attraverso i vestiti del passeggero per poi rimbalzare sulla sua pelle. Se ci dovessero essere delle anomalie verrebbero segnalate con una bandiera rossa. Semplici esempi: un orologio attiverà un avviso sul polso, mentre una fibbia di una cintura ne attiverà uno sull’addome. Il sistema quindi consentirebbe agli agenti di sapere cosa esattamente non va bene ed eviterebbe ai passeggeri la seccatura di dover svuotare tutto e subire una seconda ispezione.

Innovazioni tecnologiche che puntano a una maggiore tutela e sicurezza dei passeggeri, oltre a uno smaltimento delle code negli aeroporti prima di prendere voli aerei e quindi anche a un guadagno in termini di tempo per tutti.

Leggi anche:

L’innovazione tecnologica italiana è da Oscar

Riccardo Pallotta

Riccardo Pallotta

Laureato in comunicazione e marketing con una tesi sul brand journalism. Attore e speaker radiofonico in Italia e all'estero. Social media manager. Oggi collaboro con BuoneNotizie.it grazie al laboratorio di giornalismo per diventare giornalista pubblicista.

Vuoi diventare giornalista?

Sei un aspirante pubblicista, ma non hai ancora trovato editori disposti a pagare i tuoi articoli?

Scopri di più