Avere dei capelli sani in estate può rivelarsi complicato, a causa dei vari fattori ambientali che agiscono da stressor. L’esposizione ai raggi solari e all’acqua di mare, ma anche il cloro della piscina, le terme e l’umidità, rendono i capelli opachi e sfibrati, provocando, col passare dei giorni, un fastidioso “effetto crespo”, nonché  problematiche al cuoio capelluto.

Così, grazie ai consigli dell’esperto, con delle buone abitudini da seguire, una giusta prevenzione e con l’uso di prodotti ristrutturanti e poco aggressivi, è possibile rimediare a questo fastidioso problema.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici

Come avere i capelli sani al mare

L’esposizione prolungata al sole rende la chioma più opaca e spenta, ma non solo, provoca anche l’indebolimento del cuoio capelluto. Un mix di conseguenze assolutamente negative per il benessere e la bellezza dei capelli.  I raggi ultravioletti, destrutturano il fusto dei capelli, un danno irreversibile alla cuticola, cioè lo strato più esterno e protettivo del capello, quello che ne impedisce la rottura, rendendo la chioma più fragile.

Inoltre, ci sono i danni a cui va incontro la cute: il diradamento, cioè la perdita dei capelli in modo graduale e progressivo. A causa di una ripetuta esposizione del capo ai raggi solari, i calvi ad esempio sviluppano più frequentemente negli anni la cheratosi attinica o basalioma, un cancro della cute danneggiata dal sole.

Per rimediare a questi danni, che sono fondamentalmente di tipo estetico, ma che possono aggravare la situazione se vi è un concomitante problema di caduta o di assottigliamento dei capelli – spiega la tricologa Paola Bezzola – occorre utilizzare prodotti capaci di ristrutturare in profondità il fusto; si tratta di maschere da stendere sulle lunghezze contenenti sì fattori idratanti, ma anche aminoacidi specifici come la taurina.

Capelli sani con rimedi naturali

Poche e semplici abitudini contribuiscono a conservare la salute dei capelli anche in estate. In particolare, è importante lavare i capelli con prodotti delicati e con acqua tiepida, al fine di ridurre i fattori di stress. È buona norma, dopo il bagno in mare o in piscina, oppure alle terme, sciacquare i capelli con della normale acqua potabile, al fine di rimuovere gli eccessi di salsedine e cloro.

I capelli colorati, inoltre, al sole scoloriscono facilmente, virando verso tonalità diverse da quelle di partenza. Per evitare tali effetti, è importante coprire i capelli con dei copricapi da spiaggia e tessuti traspiranti, come bandane e coloratissimi foulard. In aggiunta, è opportuno applicare prodotti cosmetici dotati di filtri protettivi, proteggendo i capelli come si fa con la pelle. Legare la chioma con un elastico morbido, infine, evita la formazione dei nodi ed evita il dannoso sfregamento tra i capelli.

Una soluzione in più per la protezione dei capelli proviene dai prodotti idratanti e districanti, che dovranno essere applicati dalla radice del capello fino alle punte, e lasciati agire per 15 o 20 minuti. Anche in questo caso, è opportuno sciacquare i capelli con dell’acqua tiepida. Limitare l’utilizzo di piastre e phon, tra l’altro, è la scelta migliore per conservare il benessere della chioma.

A tal proposito, è preferibile asciugarla ricorrendo al calore naturale dell’ambiente, oppure utilizzando il phon a debita distanza e a temperature minime.

Curare i capelli con l’alimentazione

Anche una corretta idratazione e una giusta alimentazione possono contribuire a mantenere i capelli sani e perfettamente curati: l’acqua è un elemento coinvolto in tutti i processi dell’organismo, costituisce circa il 60% del corpo umano e il cui consumo in abbondanza consente di idratare i capelli come il resto del corpo.

Inoltre esistono alcuni cibi da prediligere come: la frutta e verdura di stagione, alimenti che rappresentano una preziosa fonte di vitamine e sali minerali. Fragole e albicocche, ma anche lamponi, kiwi e pesche infatti forniscono vitamina C, il cui apporto si rende necessario in virtù delle sue proprietà antiossidanti e rinforzanti sul capello. Accanto ai prodotti freschi, si collocano la frutta secca a guscio e i semi oleosi, che, con il relativo apporto di zinco e selenio, svolgono sui capelli un’importante effetto anti-caduta.

Anche l’apporto di vitamine del gruppo B è importante, così come di proteine a elevato valore biologico, motivo per cui è bene ricorrere alle fonti proteiche più gettonate. Via libera, dunque, a carni bianche, pesce e uova, senza trascurare le fonti vegetali, rappresentate da legumi, grano saraceno e avena.

In linea generale, è importate condurre un’alimentazione equilibrata, in grado di fornire un apporto calorico adeguato e tutti i macronutrienti necessari, purché nelle giuste proporzioni. Ai fini della completezza nutrizionale, è preferibile variare spesso nella scelta degli alimenti, ricorrendo il più possibile a prodotti stagionali.

Leggi anche:

SunSmart Global UV: l’app per prevenire il melanoma

Estate 2022: 5 idee per vacanze al mare in nord e centro Italia

 

Condividi su:
Avatar photo

Mina Del Nunzio

Mina Del Nunzio, laureata in scienze della comunicazione e dell'informazione con master in copywriting. Lavoro come blogger e copywriter aziendale. Collaboro con buonenotizie.it e partecipo al laboratorio di giornalismo per diventare pubblicista.

Riscopri anche tu il piacere di informarti!

Il tuo supporto aiuta a proteggere la nostra indipendenza consentendoci di continuare a fare un giornalismo di qualità aperto a tutti.

Sostienici