Tra sole e relax, le location di mare sono sempre molto apprezzate. Il mare ha, infatti, innumerevoli benefici sia per il corpo sia per la mente. Che si trascorrano le vacanze al mare o si viva vicino alle coste, si potrà contare su una ricarica tutta naturale.

Ad approfondire i benefici del mare è stato il Professor Luca Revelli, lo scorso 23 luglio in Sardegna a Porto Rafael – nell’ambito di un evento dedicato proprio al tema – spiegando in che modo il mare sia terapeutico per l’organismo. Vitamina D, iodio e trattamenti balneari sono alleati per riattivare il sistema immunitario e circolatorio, non che per molto altro.

Mare, alleato della salute: tra trattamenti e benefici

Sabato 23 luglio a Porto Rafael a Palau, in Sardegna, si è tenuta la rassegna “Vele Spiegate” dove il Prof. Luca Revelli, Chirurgo ed Endocrinologo al Policlinico Gemelli di Roma e Direttore del Master di Medicina del Mare, ha spiegato l’impatto del mare sull’organismo.

Durante l’evento è stato approfondito il tema della talassoterapia, termine derivante dal greco thalassa (mare) thérapeia (trattamento), per indicare la terapia che sfrutta i benefici dell’acqua marina. Agendo sul sistema circolatorio, migliora il flusso sanguigno e libera l’apparato respiratorio da sinusite o catarro grazie alla concentrazione dello iodio presente nell’aria di mare. Questi trattamenti sono eseguiti con l’acqua di mare fredda, dalla temperatura compresa dai 20° ai 27°.

Mentre per temperature superiori ai 27° si parla di balneoterapia. Grazie all’azione del calore e dei sali minerali, i vantaggi di questa terapia sono riscontrabili in persone con problemi articolari, muscolari e cervicali nonché della pelle come la psoriasi e la dermatite.

L’importanza dell’acqua marina per l’organismo

Il Professore Revelli ha poi esposto altri benefici del mare, tra cui la guarigione di svariate problematiche, legate all’apparato circolatorio, respiratorio e ai reni, grazie alla presenza nell’aria del mare di un’elevata concentrazione di sali minerali – tra cui cloruro di sodio e magnesio, iodio, calcio, potassio, bromo e silicio – alleati della salute.

Ma non solo, l’acqua salata rende la pelle più giovane e levigata. Inoltre il sale è uno scrub naturale: aiuta a combattere la ritenzione idrica, dà giovamento al sistema circolatorio-linfatico, allevia le infiammazioni e rafforza il sistema immunitario, in particolare grazie alla presenza della vitamina D. Altra funzione importante dell’acqua marina è quella di regolare gli ormoni: lo iodio assicura il funzionamento della tiroide.

Oltre a dare giovamento alla salute, i benefici del mare sono riscontrabili anche nella sfera psicologica, in quanto il contatto con la natura genera una sensazione di pace interiore.

I benefici del mare: una cura per la psiche

Il mare trasmette una sensazione di tranquillità, sposandosi alla perfezione con le pratiche meditative. Si tratta di un alleato grazie cui sgomberare la mente, aiutando a riconnettersi con la natura. In ambienti naturali, specialmente in quelli marini, grazie alla presenza dello iodio si aumentano, inoltre, le capacità cognitive.

Osservare la vastità del mare dà l’opportunità di staccarsi da smartphone e pc, onnipresenti nella quotidianità: accompagna il rilassamento, aiutando a liberare la mente.

A giovarne è in primis la vista, potendo contare su panorami mozzafiato, ma anche l’olfatto, grazie alla tipica brezza marina, il tatto, con il contatto dell’acqua sulla pelle, e non da ultimo l’udito, cullato dal rumore delle onde che si infrangono sul bagnasciuga, stimolando così il rilassamento.

Potrebbe anche interessarti:

Yoga come stile di vita: i benefici per mente e corpo di un vero alleato per il benessere

Dieta detox, che cos’è e come funziona: depurare il corpo e ridurre lo stress

Psicoterapia: aumentano le richieste ma anche l’offerta

Monia Carriero

Monia Carriero

Determinata, sensibile e dinamica, forze motrici che muovono in me la curiosità di sapere e di riportare! Aspirante giornalista pubblicista, scrivo per Buonenotizie.it grazie al laboratorio di giornalismo per diventare giornalista pubblicista. Stay tuned =)

Vuoi diventare giornalista?

Sei un aspirante pubblicista, ma non hai ancora trovato editori disposti a pagare i tuoi articoli?

Scopri di più