Come sono cambiate le vacanze in Italia dopo la pandemia.

Dopo più di un anno di pandemia le abitudini degli italiani in vacanza sono cambiate radicalmente. La prima differenza che si evidenzia rispetto al periodo pre-Covid è data dalle destinazioni. Oggi si calcola che oltre il 32% degli italiani, ovvero 1 su 3, anche quest’anno ha scelto mete vicino casa. E’ quanto emerge dall’indagine Coldiretti/Ixe’ che calcola l’impatto del Covid sul turismo nostrano. Ma non è tutto: infatti le vacanze stanno cambiando sotto vari aspetti, che ora vedremo insieme.

La situazione del turismo italiano nel 2021

Il turismo è da sempre una delle principali risorse del nostro Paese. Nonostante ciò, però, quasi 2 cittadini su 3 considerano il turismo italiano poco valorizzato e sviluppato (Coldiretti). La pandemia potrebbe essere un’occasione per il turismo: oggi una vacanza in Italia costa di più di una in un Paese come la Spagna, la Grecia o la Croazia.

Le vacanze in Italia diventano più sostenibili e responsabili

Fare una vacanza è un’attività che si inizia scegliendo di rispettare l’ambiente e il luogo che si visita. Questo sta spingendo sempre più italiani a spostarsi in maniera differente dal passato.

I mesi di lockdown e la stessa pandemia hanno fatto in modo che sempre più italiani scelgano un turismo lento e più incisivo. Il turista 2021 usa il proprio mezzo di trasporto per raggiungere la meta e là preferisce spostarsi in bicicletta o escursioni a piedi. Queste ultime non solo in alta quota, ma anche in collina o su strade, per spostarsi tra una città e l’altra come gli antichi percorsi dei pellegrini.

Tornano in voga anche gli antichi cammini, che nel nostro Paese sono innumerevoli, utilizzati dai pellegrini in passato (secondo un’analisi di Terre di Mezzo Editore partendo dai dati di associazioni ed enti che rilasciano il “passaporto” del pellegrino). Ne sono esempi famosi la Via degli dei (125km, da Bologna a Firenze) e la Via Francigena (1.000km, dal Gran San Bernardo a Roma). Le vacanze italiane divengono così più sentite e spirituali.

Gli italiani, come anche gli altri turisti in giro per il mondo, hanno sempre più voglia di trascorrere vacanze nella natura. Per ricaricarsi dopo mesi passati a casa e per sfuggire alla frenesia della quotidianità sono sempre più richieste esperienze green: passare la notte in rifugi con il soffitto di stelle ad alta quota, oppure dormire su una casa sull’albero sono alcune delle richieste più in voga.

Non possono poi mancare attività da fare nella natura. Trekking sempre più frequentati anche dagli amici a quattro zampe, pedalate e sport all’aperto (Istat). Il turista post-Covid è sempre più attento alla salute e al benessere e quindi cerca strutture che organizzano corsi: yoga, arti marziali, parapendio, massaggi e cibo vegano sono alcune delle ultime tendenze.

Le vacanze italiane e non dopo la pandemia

La pandemia ha colpito duramente il settore turistico e ne ha modificato l’assetto. Il turista post-Covid è più consapevole e attento all’ambiente e vuole godersi oltre alla meta, anche il viaggio: un turista migliore di quello a cui eravamo abituati.

Leggi anche:

Viaggio: come sarà dopo il Covid-19?

Ecofin: 6,68 mld per il rilancio dei settori cultura e turismo

Turismo Italia: i consigli del Censis per ripartire dopo il Covid-19