Nuovi bonus nel 2022 per i cittadini italiani che, anche quest’autunno, possono usufruire di agevolazioni finalizzate a ridurre ulteriormente i costi dell’inflazione e dello shock energetico.

La classifica dell’Unione Nazionale Consumatori sui rincari a partire da settembre 2022 evidenzia un ulteriore incremento dei costi dell’energia elettrica, pari al 103,4%. Lo stesso vale per i prezzi del gas naturale e del gas di città, che risultano aumentati del 63,7%, quelli del Gpl e del metano del 46,4%, mentre il costo del gasolio per riscaldamento del 43,7%. Si osserva anche un incremento dell’11,8% dei prezzi di prodotti alimentari e bevande analcoliche, con una spesa media annua di 665 euro. 

Inoltre, dalle recenti stime del Codacons, l’associazione per la difesa dell’ambiente e dei diritti dei consumatori a livello nazionale, traspare un aumento del 7% dei costi per il nuovo anno scolastico, pari a circa 1300 euro a studente.  

Grazie alla proroga di agevolazioni pre-esistenti, come il bonus sull’acquisto della prima casa e al finanziamento di nuove iniziative, come il bonus trasporti, è possibile far fronte a questi rincari, limitando la crisi generale e il caro-energia.  

Bonus autunno 2022: proroghe e novità per ridurre le spese di luce e gas

Il bonus bollette è stato prorogato fino al 31 dicembre 2022 ed è destinato a famiglie con ISEE fino a 12.000 euro, che sale a 20.000 per i nuclei familiari con almeno quattro figli a carico. Quest’agevolazione prevede sia lo sconto sui costi di luce e gas, sia la possibilità di rateizzarne le spese.

Una delle novità di quest’autunno è il bonus vetrate: un’agevolazione che facilita l’installazione delle VePa, cioè di vetrate panoramiche amovibili in grado di proteggere gli spazi interni dagli agenti atmosferici, migliorare le prestazioni acustiche ed energetiche dei balconi e ridurre le dispersioni termiche.

Chi usufruisce del bonus può installare queste finestre rivolgendosi direttamente a professionisti autorizzati, senza alcun tipo di onere burocratico o spese aggiuntive. Inoltre, poiché si tratta di un lavoro finalizzato al risparmio energetico, anche per queste vetrate si può ricorrere al bonus del 50%

Nuove agevolazioni per gli insegnanti

Gli insegnanti a tempo determinato che si trasferiscono in zone di montagna per lavoro, spostando anche la loro residenza, possono ricevere un contributo di massimo 2.500 euro per l’affitto o l’acquisto di una casa. Quest’agevolazione sarà sfruttabile nel 2023 e serve sia per aiutare le scuole locali di ogni ordine e grado, sia per ripopolare luoghi sempre più disabitati come i comuni di montagna.

Il bonus docenti da 500 euro invece è un’iniziativa del Ministero dell’Istruzione destinata a tutti gli insegnanti di ruolo delle scuole statali, con contratto a tempo indeterminato. I soldi previsti dal bonus vengono erogati sulla Carta Docenti e sono finalizzati esclusivamente alla formazione e all’aggiornamento professionale degli insegnanti.

Bonus per motori e trasporti pubblici

Il bonus minicar permette di ottenere uno sconto di massimo 4000 euro sull’acquisto di un mezzo di trasporto sostenibile, l’unica condizione da rispettare per richiederlo è scegliere tra una “macchina 50”, una moto o un veicolo a due o tre ruote non inquinante. Lo sconto carburanti è stato prorogato fino al 31 ottobre 2022, con un taglio delle accise di circa 30,5 centesimi di euro su 1 litro di benzina e gasolio, mentre il nuovo bonus trasporti prevede uno sconto di massimo 60 euro sull’abbonamento ai mezzi pubblici. 

Leggi anche:

Brunella Mascolo

Brunella Mascolo

Brunella Mascolo, logopedista e aspirante pubblicista, scrivo per BuoneNotizie.it grazie al progetto formativo realizzato dall'Associazione Italiana Giornalismo Costruttivo. E tu, cosa stai aspettando?

Vuoi diventare giornalista?

Sei un aspirante pubblicista, ma non hai ancora trovato editori disposti a pagare i tuoi articoli?

Scopri di più